domenica 1 ottobre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 01.10.2017 - SCIMMIA BLU MAGNETICA, KIN 131 - INIZIA L'ONDA INCANTATA DELLA MAGIA

JOSEPHINE WALL - CHILD OF THE UNIVERSE

Dal Primo al 13 ottobre prosegue il viaggio all'interno del Modulo Armonico dello Tzolkin - cambia ancora una volta il ciclo di 13 giorni, si trasforma l'insegnamento. Lo Specchio Bianco (18/30.09) ci ha insegnato quale sia il Riflesso che la Verità assume nella quotidianità, come riconoscerla ed integrarla per manifestare la vera Essenza, brillando dei colori del nostro personale Arcobaleno. Ora entriamo in un nuovo campo di esperienza, guidati all'interno di un sentiero dove le immagini si distorcono, si spezzano in mille mosaici e si ricompongono in altri formati. Questa è l'Onda Incantata della Scimmia Blu, che è l'Incantatore, che crea Incantesimi che sfidano l'interpretazione della realtà. La Verità appena integrata diventa ora l'ago della bussola perché potremmo assistere al dissolvimento di alcuni punti di riferimento che fino ad ora venivano reputati fondamentali. Tutto questo Gioco (parola chiave della Scimmia Blu) serve per trarre in inganno chi dorme e non si accorge di come i flussi dell'esistenza che creano e disfano la realtà nascono da se stesso: ciò che viene emanato come pensieri e visioni e convinzioni strutturano gli eventi. Così chi dorme continua a generare l'ipnosi perché egli emana ciò che è. Le crisi di cui si fa esperienza nella vita servono a spostare il punto di vista ed amplificare così la gamma di possibilità che ci si concede. La Scimmia Blu vibra ad una frequenza che confonde le idee rispetto ai punti fermi, alle credenze collettive profonde, mettendo sottosopra la realtà così come viene concepita e vissuta, mostrando come tutto ciò in crediamo necessita di essere messo costantemente in discussione per verificarne la tenuta energetica nel tempo. 
La domanda è inerente alla flessibilità, quanto siamo pronti a vedere oltre le apparenze e a scavalcare limiti che abbiamo sempre pensato essere invalicabili. Nessuno è esente dagli effetti del Gioco della Scimmia Blu perché finché siamo su questo piano, ci troviamo all'interno di una parzialità della verità, data dalla densità stessa della materia a cui vibriamo. Eppure è proprio questo il lato divertente di questo spazio temporale, visto che questo Glifo è maestro di ironia e ci insegna soprattutto a ridere di noi stessi. 
Potremmo sentirci a disagio e necessitare di tempo per lasciar sedimentare le nuove visioni, ma è probabile che guadagneremmo un maggiore senso di libertà e di centratura.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

sabato 30 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 30.09.2017 - CANE BIANCO COSMICO, KIN 130 - GIORNO 13 DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO


Il Kin 130 è un giorno speciale nel Modulo Armonico dello Tzolkin perché rappresenta l'esatta metà del percorso del Sacro Computo del Tempo Naturale, formato da 260 giorni.


260 è il numero che si genera dall'incontro tra le 13 Dimensioni dell'Universo, le 13 vibrazioni grazie alle quali la realtà viene creata, ed i 20 Glifi Solari. Le 13 Dimensioni sono le 13 Tonalità pulsate dalla Fonte al Centro della Galassia, Hunab Ku, l'Eterno Datore di Movimento e di Misura. Nel loro movimento ciclico, esse emanano una frequenza che viene intercettata dal Sole e ritrasmessa alla Terra sotto forma dei 20 Glifi Solari. Si viene a creare così il Modulo Armonico delle "260 permutazioni dell'energia possibili da questa parte della Galassia" (cit. Arguelles).



Oggi ci troviamo nell'Ombelico della Colonna Mistica, che è il filo che ci collega alla Fonte. Siamo arrivati al Centro, come quando Alice discende lungo il canale della Tana del Bianconiglio. Domani potremmo vedere il mondo sottosopra, chissà? Qualunque cosa sia che vedremo, essa sarà il frutto del Riflesso che dal 18 settembre ci sta davanti. E' necessario arrendersi a quelle immagini, quelle emozioni, situazioni. Si sono presentate a noi per essere amate, finalmente. Nessun altro Kin come il 130 ci spinge a questo. Il Cane Bianco Cosmico è la frontiera estrema dell'Amore perché rappresenta l'Amore che annulla se stesso pur di garantire la fioritura dell'Amato. Ho assistito personalmente ad uno dei gesti d'amore più commoventi, di qualcuno che ha preferito rinunciare alla propria felicità per poter garantire all'amato la libertà di sperimentare l'esistenza in un modo nuovo. Non c'è stato timore della sofferenza, anzi, quel cuore si aperto volontariamente alla rinuncia, perché ha sentito che, anche potendo tenerselo accanto, l'Altro non sarebbe stato totalmente felice. Questa persona è un Cane Bianco Cosmico. E questo giovane cuore non ha neanche ancora raggiunto la maggiore età.
Siamo capaci noi di tanta generosità? A volte siamo così attaccati alle sicurezze che stabiliamo quali limiti invalicabili, che rimaniamo dentro relazioni insoddisfacenti pur di avere accanto qualcuno, pur di non affrontare la solitudine. 
La conclusione dell'Onda Incantata dello Specchio Bianco ci mette davanti alla massima verità che il nostro Cuore può affrontare rispetto all'Amore che proviamo per noi stessi. A noi sta accoglierla, anche se è scomoda, anche se può far male ad altre parti del sé. Ma è il più grande nutrimento a nostra disposizione.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

venerdì 29 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 29.09.2017 - LUNA ROSSA CRISTALLO, KIN 129 - GIORNO 12 DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO

JOSEPHINE WALL - FOREST FAIRY


Anche se la giornata della Luna Rossa Cristallo, Kin 129, è ormai finita, voglio condividere una riflessione rispetto ad una sensazione che mi ha accompagnato per tutto il giorno. La fragilità che stiamo sperimentando tutti in questi periodo, la regressione dentro cui siamo immersi, di cui ho scritto anche nei giorni scorsi, oggi è stata potentissima, facendomi temere di aver perso mesi ed anni di conquiste rispetto al lavoro sul Corpo Emozionale. 
La conclusione a cui sono prevenuta e che volevo condividere è che ho notato qualcosa di molto diverso nella relazione con la parte fragile e delicata. Da parte mia non c'è più paura nell'affrontarla, ma lascio che essa si esprima e mi faccia vedere il mondo con il suo sguardo timoroso. Mi permetto di farne esperienza. Cioè non la nego, non la rifiuto, non la giudico. Ne partecipo, riconoscendola e dandole spazio, senza però lasciare che influenzi le mie scelte. Il lavoro di centratura che ne segue è potentissimo e assolutamente necessario per proseguire il cammino in un certo modo.
Poter rimanere dentro le parti fuori asse senza giudicarle, osservandole, agendole con consapevolezza, senza farsi manovrare da esse, è un processo di grande liberazione dalla schiavitù emozionale. E' un sollievo immane rendersi conto di poter essere più leggeri del peso specifico di ciò che fino a ieri sembrava tenerci in balia, dicendo: è più forte di me.
Fondamentale è aprire la Via del Cuore, il Luogo che può contenere ogni tipo di intensità emozionale senza che queste possano concorrere a spostare la centratura.
Ci tenevo a scrivere queste poche righe perché oggi è un giorno di condivisione, giorno 12 dell'Onda, Tono Cristallo. Ciò che si condivide è la Purificazione delle nostre Acque individuali, il Corpo Emozionale, simboleggiato dalla Luna Rossa, la Forza della Guarigione Emozionale.
E da sotto le emozioni purificate spunta la faccina sorridente del Bambino Interiore riappacificato, pronto a farci dono del suo sguardo di meraviglia.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

mercoledì 27 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 27.09.2017 - MANO BLU PLANETARIA, KIN 127 - GIORNO 10 DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO



La Mano Blu che risuona al Tono Planetario è il decimo giorno dell'Onda Incantata dello Specchio Bianco, lo spazio temporale che ci porta ad esplorare l'assenza di punti di riferimento, all'interno di un volo di sospensione che apre alla prospettiva del cambiamento costante, dove nulla rimane così com'è. Tutto cambia e questa è l'unica certezza che c'è, ed ora lo stiamo sperimentando momento per momento. E' uno stato che richiede molta elasticità e quindi fatica, per come l'umano è fatto. Ho avvertito una sorta di regressione in questi ultimi giorni, come se le parti ferite che avevo guarito in qualche modo avessero di nuovo acquisito voce, mentre io, dall'alto del mio avanzare sul cammino evolutivo, avevo avuto la pretesa di zittirle per non sentire più la loro voce straziante. 
Osservando i movimenti interiori in linea con quelli planetari, con gli stimoli da lì derivanti, con questo soggiorno dal 21 settembre al 10 ottobre all'interno dei 20 giorni/Kin della Colonna Mistica (volo di sospensione al di sopra della nostra vita in piena connessione con la Fonte) ecco che mi accorgo di come questo sia il Tempo di una grande integrazione, in cui la Mente che ha tentato di controllare la Vita, di portarla in qualche equilibrio rispetto ad un precedente periodo difficoltoso, non può che arrendersi all'Amore. E' grazie a questa ondata emozionale potentissima che stiamo sperimentando tutti da agosto scorso, che stiamo creando la vera realtà quale manifestazione di ciò che siamo nel profondo. E' da questo punto in avanti che tutto ciò che accade rivela la natura intrinseca di ciò che siamo. Osserviamo con cuore aperto e non facciamoci travolgere da ciò che accade, assecondando il movimento esistenziale anche se questo può essere apparentemente difficile. La Mano Blu Planetaria è la manifestazione di ciò che piano piano è avanzato verso il piano dello Specchio Bianco. Ora stiamo guardando la realtà in faccia, che ci piaccia o meno. E' ciò che siamo senza sconti né abbellimenti del mentale che deve sempre raccontarsi qualcosa di consolatorio. Le consolazioni non servono, perché c'è l'Amore che attende di essere vissuto a piene mani. C'è un sentiero dentro cui stiamo guidando noi stessi e non possiamo fare altro che percorrerlo con lo sguardo fiducioso, anche se ancora non vediamo dove ci condurrà. Vivere nell'amore significa anche questo, mettersi nelle mani del Sé Superiore che sa quale sia la nostra strada. Noi umani veniamo sempre frenati dalla paura, paura dell'incertezza, della solitudine, della sopravvivenza. Il cambiamento che stiamo attraversando è proprio questo. E' accorgersi che veniamo guidati con tanta armonia e sincronicità. Ed è questo che ci permette di arrenderci con fiducia a noi stessi. Siamo qui per questo, per costruire sentieri dorati che ripuliscano le memorie di dolore che sono rimaste incastrate dentro i passi di chi è venuto prima. Il lavoro interiore ci aiuta a ripulire la Terra partendo da noi stessi. Non ci viene chiesto altro.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

domenica 24 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 24.09.2017 - SEME GIALLO RISONANTE, KIN 124 - GIORNO 7 DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO


Il Seme Giallo che risuona al Tono Risonante contiene un importante messaggio: solo noi possiamo sintonizzarci con le potenzialità innate, attivandole per realizzarci nella vita. E' l'individuo che impara a conoscersi passo dopo passo, assecondando la forma che la sua vita ha assunto, modellandola li' dove viene percepita fuori assetto rispetto ad un disegno interiore che ognuno ha il compito di scoprire. 
Il Seme Giallo Risonante rappresenta il momento in cui ci troviamo davanti allo Specchio e SAPPIAMO cosa possiamo fare per realizzare noi stessi. Se metteremo in pratica quella sapienza ancora non è sicuro e lo si scoprirà solo domani con il Serpente Rosso Galattico. A volte lasciamo ancora che la paura ci costringa a dire no. Io personalmente agisco nonostante la paura. Anzi, in questo modo sperimento direttamente me stessa dentro quella sensazione debilitante ed ho scoperto che non è mai la paura di qualcosa a frenarci, ma la paura della paura stessa. Ho smesso quindi di farmici condizionare, conquistando immensi spazi di manovra esistenziale. 
L'Onda Incantata dello Specchio Bianco rappresenta un viaggio spaziotemporale molto interessante per mettere in luce le illusioni. Da quale parte stare, a cosa dare energia, quale linea di vita volere creare? La risposta è dentro di noi. Nessun altro luogo la custodisce se non l'intelligenza divina che ci abita. Nessun altro essere conosce la nostra verità.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila 




sabato 23 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 23.09.2017 - NOTTE BLU RITMICA, KIN 123 - GIORNO 6 DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO



Oggi completo il primo ciclo del Castello del Destino dei 52 anni - 4 cicli di 13 anni ciascuno, in base al Sacro Computo Tzolkin. In un universo a 13 Dimensioni, l'umano Microcosmo riflette il Macrocosmo sincronizzando le proprie fasi esistenziali lungo lo sviluppo di periodi temporali di 13 anni. Ogni anno e' la manifestazione di una qualità specifica del Se' che l'umano sta apprendendo o sta ricordando, quale Maestria raggiunta ed acquisita in questa vita. Alla fine del 51' anno si rinasce dentro un nuovo mega-ciclo, avendo maturato lo status di anzianità e presumibilmente di saggezza.
52 sono gli anni necessari a svolgere la missione legata al penetrare oltre lo stato illusorio della realtà di frequenze lente. Da lì in avanti ci si può dedicare al Cielo, alla parte che dentro risuona come tale, condividendo i passi fatti con chi ancora è sul cammino. Tempo di riflessione, di contemplazione, di osservazione in astensione dal giudizio. Tempo di profonda accettazione. 
52 sono gli anni terrestri necessari a Sirio B per completare la sua orbita intorno a Sirio A. Ogni 52 anni lo Tzolkin si sincronizza con il calendario lunare. A 52 anni ogni umano torna a risuonare della stessa vibrazione che l'ha accolto qui sulla Terra quando ha preso il suo primo respiro. 
Ora posso riscrivere la mia storia.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

venerdì 22 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 22.09.2017 - VENTO BIANCO INTONANTE, KIN 122 - GIORNO 5 DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO ED EQUINOZIO D'AUTUNNO


Il Vento Bianco rappresenta l'Archetipo Galattico dell'Alta Sacerdotessa, Colei che trasporta la Conoscenza. Quando il Vento Bianco risuona al Tono Intonante, la Conoscenza acquisisce una Forza particolare, la capacità di penetrare oltre i sistemi di credenze più strutturati per mostrare il vero Riflesso dell'Infinito nascosto sotto le immagini collettive che vengono promosse per conservare lo stato di ipnosi. 
Il Vento Bianco e' la nostra parte saggia che sussurra all'orecchio della personalità parole che attivano il ripristino del Ricordo del Se'. Ieri il Drago Rosso Auto-Esistente, la Grande Madre, ci ha accompagnato nello spiccare il Volo dentro la Colonna Mistica; la nostra parte antica, quella che ha accumulato esperienze di innumerevoli incarnazioni, ha supportato energeticamente l'ingresso della personalita' dentro una fase importante di Risveglio, aprendoci ad un forte allineamento tra potenzialità e realizzazione. Oggi l'Alta Sacerdotessa Vento Bianco ha attivato la modalità attraverso la quale mettere in atto quella realizzazione. 
Il Viaggio verso l'Infinito deve avere un obiettivo, altrimenti diventa dispersivo. Qualunque intuizione, visione, comprensione ricevuta oggi con l'Equinozio d'Autunno diventa un punto di svolta su cui concentrarsi per costruire il prossimo futuro. L'Equinozio e' un punto di equilibrio. Dovunque vogliamo che l'ago della bussola si sposti, li' e' necessario focalizzare l'attenzione. Come vogliamo che sia la nostra vita a partire dal prossimo respiro? 
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

giovedì 21 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 21.09.2017 - DRAGO ROSSO AUTO-ESISTENTE, KIN 121 - GIORNO 4 DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO


Ed ecco pronta la pista da cui decollare. Siamo all'inizio della Colonna Mistica, Kin 121, Drago Rosso, la Grande Madre, che risuona al Tono Auto-Esistente, rispondendo alla domanda: qual è la soluzione al dolore, a qualunque sofferenza abbiamo sperimentato, che ci ha aperto in due, ci ha relegato in una sorte di torpore timoroso, impedendoci di seguire i nostri sogni? 



La separazione dalla Madre, dalla Radice, che è come dire da noi stessi, dal Nucleo dove è posizionata tutta la carica luminosa che definiamo Sé. Abbiamo sempre creduto di essere soli. Si dice che si nasce e si muore soli. Eppure la Luce è sempre lì - il Respiro immenso è sempre lì. La Perfezione Umana esiste in quanto il corpo è contenitore della Particella di Luce portatrice di Eternità. Il Drago Rosso Auto-Esistente contempla l'Esistenza, il Flusso delle cariche elettriche che danno vita ai sistemi planetari, alle stelle, e nel contemplare permette a se stesso di essere quale immagine, parte e componente, attore e fautore della Vita. Uno dentro l'Uno, piccolo dentro grande, macro e micro connessi insieme come nel simbolo dell'Infinito, la Lemniscata. Ora stiamo recuperando la Visione, nel giorno cuscinetto tra il Novilunio in Vergine e l'Equinozio d'Autunno.


In autostrada, guidando sola per un lungo tempo, oggi ho raggiunto uno stato di forte apertura del cuore. Lacrime sgorgavano ed il centro del petto faceva male. Eppure era gioia, era gratitudine, era sentirsi di nuovo integra, innocente, rinata. Ecco. Io con me. La strada infinita davanti, da percorrere pezzo per pezzo, tappa per tappa, dovunque ci sia qualcosa che mi aspetta. Ho iniziato il viaggio dentro il mio Infinito. Ancora grazie, Esistenza!
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

mercoledì 20 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 20.09.2017 - SOLE GIALLO ELETTRICO, KIN 120 - GIORNO 3 DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO CON NOVILUNIO IN VERGINE


Sole Giallo Elettrico, Kin 120 - la Luce attiva la Chiarezza; nell'Onda dello Specchio Bianco viene rivelato il beneficio di fermarsi davanti al Riflesso, alle immagini che risalgono spontanee dal profondo. Chi sei? ci viene chiesto. Dapprima è l'inconscio che risponde e la mente crea forme incomprensibili e fuorvianti, tutto ciò che non abbiamo mai voluto vedere. Vengono svelate le pieghe più sensibili dell'anima, lì dove risiede la sofferenza. E noi rimaniamo incantati a guardare, mentre l'Onda del Tempospazio si sviluppa e ci porta informazioni sulla nostra Essenza.
Chi sei?
Il Sole Giallo è una ricetrasmittente di frequenze molto elevate, trasdotte per la coscienza umana dal linguaggio galattico. I 260 Kin sono le forme che le frequenze acquisiscono nell'entrare nella dimensione del nostro sistema solare. Sono la traduzione del linguaggio galattico, l'idioma dell'Armonia della Musica delle Sfere.
Quando il Sole Giallo risuona al Tono Elettrico, esso manifesta il Servizio che la sua vibrazione emana. Grazie all'attivazione di uno stato di irrequietezza che da latente diventa impellente, costringendoci alla Ricerca, veniamo indirizzati a trovare la risposta alla Domanda: Chi Sei?
Siamo abituati ad agghindarci di mille titoli, ruoli, posizioni. Amiamo identificarci per sentire di esistere, di avere una consistenza, per essere visti e riconosciuti. Tuttavia la domanda: Chi Sei? ci mette completamente a nudo. Liberi. Soli, nella pienezza di questa condizione così evitata eppure nutriente oltre ogni misura.
Il Novilunio in Vergine, di cui si può trovare la descrizione accurata in questo LINK, mette luce sul processo di riconnessione con la parte a lungo ignorata, ciò che abbiamo percepito nel tempo come difficoltà, ma la cui accettazione ci regala finalmente un senso di pace da tanto agognato.




Poiché domani entreremo dentro il Volo della Colonna Mistica dello Tzolkin, dal Kin 121 al 140, fino al 10 ottobre, in quel senso di sospensione magica tra Cielo e Terra potremo manifestare l'Essenza che si evidenzia dentro il Riflesso dello Specchio Bianco. La Ricerca della Risposta su chi siamo si trasforma nel paio d'ali che ci concediamo di indossare per esplorare il Sé scoprendo le nostri parti sconosciute, i talenti in cui non abbiamo mai avuto il coraggio di credere, le luminose potenzialità che aspettano solo un nostro atto di volontà per diventare reali e concrete. 
Come sempre, il Tempo è Ora.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

martedì 19 settembre 2017

LUNA ELETTRICA DEL CERVO - LA LUNA DEL SERVIZIO - TERZA LUNA DELL'ANNO DEL SEME GIALLO CRISTALLO


Dal 20 settembre al 17 ottobre navighiamo dentro la Terza Luna dell'Anno del Seme Giallo Cristallo, Kin 64, Portale di Attivazione Galattica. Un anno lunare inizia il 26 luglio e si ripartisce in 13 spazi di 28 giorni, fino al 24 luglio dell'anno successivo. Il 25 luglio è il Giorno Fuori dal Tempo, che allinea ciò che è stato con ciò che dovrà essere. 28x13 = 364+Giorno Fuori dal Tempo = 365. 13 volte la Luna orbita intorno alla Terra mentre quest'ultima compie la propria rivoluzione intorno al Sole. 13 sono le dimensioni dell'Universo descritto dai movimenti dell'Hunab Ku, Centro Galattico e Fonte di Armonia che tiene insieme la Vita. 13 sono i Toni Galattici che creano questa Armonia e 20 sono i Glifi che prendono forma a partire dal Sole nella sua connessione con le informazioni che provengono dalla Fonte e che vengono poi ripartite verso i corpi planetari del nostro sistema. 13x20 = 260 giorni sacri dello Tzolkin che si inscrivono all'interno del calendario lunare di 364 giorni + 1 ed insieme danno vita al Sincronario Galattico, seguendo il quale sincronizziamo lo stato della coscienza a qualcosa di molto più vasto e grande di noi stessi che ci rappresenta, ci contiene e ci accoglie.
Ogni anno lunare ha qualità che derivano dalla sapienza contenuta nello Tzolkin - il 26 luglio 2017, inizio dell'attuale anno in corso, è stato il giorno del Seme Giallo Cristallo, Kin 64, Portale di Attivazione Galattica, dell'Onda Incantata del Viandante dei Cieli Rosso. 
Il Tono Cristallo descrive un'atmosfera di cooperazione; cooperare per esplorare uno spazio ignoto (Viandante dei Cieli Rosso). E' l'anno in cui possiamo unire i nostri sforzi per aiutarci vicendevolmente durante i difficili momenti che la nascita di qualcosa di completamente nuovo porta con sé. L'anno Portale di Attivazione Galattica apre all'intuitività quale strumento principale di navigazione.
La Prima Luna, la Luna Magnetica del Pipistrello, ha individuato il proposito (dal 26 luglio al 22 agosto); la Seconda Luna, la Luna Lunare dello Scorpione, ha messo in luce la sfida (dal 23 agosto al 19 settembre - di questo ce ne siamo accorti tutti, direi!). Ora la Terza Luna, la Luna Elettrica del Cervo, (20 settembre/17 ottobre) illustra il Servizio, individua a cosa serve la cooperazione, quale sia l'obiettivo comune (perché siamo in un anno di Tono Cristallo che stimola gli umani alla condivisione).



Continuando, la Quarta Luna, la Luna Auto-Esistente della Civetta (18.10/14.11), ci fa viaggiare dentro la progettualità, nell'intento di dare una forma ad un disegno che però ancora non è visibile. 
La Quinta Luna, la Luna Intonante del Pavone (15.11/12.12), raccoglie tutte le informazioni precedente ed acquisisce forza, determinazione e direzione nel portare il progetto ad un certo livello di concretezza.
La Sesta Luna, la Luna Ritmica della Lucertola (13.12/09.01) utilizza la forza acquisita e regola le nuove energie per organizzare la vita in base a qualcosa che si sta manifestando, il proposito dell'anno lunare.
La Settima Luna, la Luna Risonante della Scimmia (10.01/06.02) si ferma ad osservare - il Tono Risonante è il punto centrale tra 1 e 13 - e si sintonizza con il disegno più grande che sta apparendo sullo sfondo.
L'Ottava Luna, la Luna Galattica del Falco (07.02/06.03) vede fiorire un nuovo stato di coscienza grazie al lavoro capillare di ogni Kin Planetario (ogni umano informato della propria identità galattica).
La Nona Luna, la Luna Solare del Giaguaro (08.02/03.04) si posiziona sul nuovo stato di coscienza e grazie ad esso formula intenzioni che abbiano come obiettivo la manifestazione del proposito dell'anno.
La Decima Luna, la Luna Planetaria del Cane (04.04/01.05) è focalizzata sul Nuovo che è nato, il proposito è diventato concreto, visibile, sperimentabile nel mondo fisico.
L'Undicesima Luna, la Luna Spettrale del Serpente (02.05/29.05) prepara al processo di integrazione del Nuovo, che viene così liberato, lasciato andare, per iniziare il processo di apertura verso la chiusura del ciclo.
La Dodicesima Luna, la Luna Cristallo del Coniglio (30.05/26.06), apre alla condivisione del viaggio dei Kin Planetari dentro il proposito dell'anno. Ognuno porta in dono ciò che ha acquisito.
La Tredicesima Luna, la Luna Cosmica della Tartaruga (27.06/24.07) chiude tutto ciò che è accaduto fin lì. Il proposito è stato manifestato, integrato e condiviso. Ora si può trascendere per lasciare spazio a ciò che arriverà nell'anno successivo.
Risalendo al proprio giorno di nascita, si individua in quale Luna abbiamo avuto luce e questo aggiunge o conferma un altro pezzetto di informazione sulla nostra vera natura.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila


ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 19.09.2017 - TEMPESTA BLU LUNARE, KIN 119 - GIORNO DUE DELL'ONDA INCANTATA DELLO SPECCHIO BIANCO


Un giorno Tempesta Blu offre sempre una grande opportunità di fare pulizia, di liberare, lasciando così emergere ciò che nascosto sotto i residui dei ricordi, dei pensieri, delle credenze che ci parlano all'orecchio inconsciamente e alle quali lasciamo la possibilità di costruire la nostra vita.
Ci troviamo dentro il secondo giorno dell'Onda Incantata dello Specchio Bianco - siamo nell'Incantesimo del Riflesso: cosa stiamo vedendo della nostra realtà interiore?
La Tempesta Blu che risuona al Tono Lunare prepara il territorio all'interno del quale le immagini si inseguono. Ricordi del passato, un presente pressante ed in rincorsa, l'ansia di un futuro atteso che non arriva mai. STOP! Fermiamoci nell'istante dell'Adesso. Tutto è qui - oltre la polvere dell'incessante rumore del mondo esterno che rispecchia la sensazione di ovattamento mentale dentro cui ci rifugiamo quando, stanchi per la mancanza di un nutrimento vero, cadiamo dentro uno stato di ipnosi.
La Tempesta Blu Lunare ci risveglia, ci scuote, ci tiene vivi. E' scomoda ma rivitalizzante. Toglie gli strati di ottenebramento ed oblio che ci separavano dalla superficie dello Specchio. L'immagine è limpida. Possiamo fare silenzio e guardare il film della nostra vita srotolare davanti ai nostri occhi? La Tempesta Blu Lunare ci chiede di eliminare l'eccesso. Siamo pronti a lasciar andare, fidandoci dell'istinto nel conservare l'essenziale? Oggi si compie un passo avanti verso l'ingresso all'interno della Colonna Mistica il 21 settembre, nel Kin 121, Drago Rosso Auto-Esistente (dare forma al processo di Rinascita). Tanto più procediamo leggeri, tanto meglio ci lasceremo andare in un volo di pura ispirazione.


Tempo di farsi nutrire dalle frequenze più elevate, lasciando che esse abbiano un impatto quanto più luminoso possibile sui nostri circuiti cerebrali. Tempo di abbandonarsi alle immagini che sgorgano spontanee dal caleidoscopio della Mente Galattica, la parte umana connessa con la Fonte. Un viaggio oltre i limiti e le paure, per creare lo spazio interiore dove radicare il Cielo.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila


lunedì 18 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 18.09.2017 - SPECCHIO BIANCO MAGNETICO, KIN 118 - INIZIA L'ONDA INCANTATA DEL KUXAM SUUM


KUXAM SUUM E LO TZOLKIN


Dal 18 al 30 settembre si viaggia dentro l'Onda Incantata dello Specchio Bianco, Kin 118/130. Si tratta di uno dei due spazi temporali che si sviluppano all'interno del Modulo Armonico Tzolkin lungo la colonna centrale, chiamata Colonna Mistica, o Kuxam Suum in lingua Maya, il cordone ombelicale galattico che ci collega alla Fonte. 
Il Modulo Armonico Tzolkin - leggibile dall'alto al basso - è composto di 20 righe, una per ciascun Glifo Solare (i codici di luce che il Sole trasmette ai suoi pianeti) e di 13 colonne, una per ogni Tono Galattico (le pulsazioni armoniche emanate dalla Fonte, Hunab Ku, l'Eterno Datore di Movimento e Misura). 13x20=260 - numero dei giorni del Sacro Computo, "possibilità di permutazione dell'energia da questa parte della Galassia" (cit. Arguelles/Valum Votan).  
La Fonte, Hunab Ku, emana costantemente un ritmo armonico che tiene insieme la Galassia, mantenendo le orbite in perfetta sincronicità. 




Il Sole capta le 13 pulsazioni emanate dalla Fonte quale manifestazione delle 13 dimensioni dell'Universo e le traduce attraverso i 20 Glifi Solari, le forme che quell'energia galattica assume nella connessione con il nostro mondo. Ciascuno di noi ha un suo Glifo di nascita ed un suo Tono di risonanza - per conoscere il proprio andate su mytzolkin.com
Rintracciando sullo Tzolkin il Kin 118, Specchio Bianco Magnetico (terza riga dal basso, sesta colonna) e seguendo l'ordine crescente fino al Kin 130, Cane Bianco Cosmico, ci si trova all'interno del cordone ombelicale galattico. La Colonna Mistica è il punto di connessione tra la Mente Planetaria, la Coscienza Solare e la Fonte Galattica. Durante i giorni di viaggio dal Kin 121 al Kin 130 (la Colonna continua fino al Kin 140, ma si tratta di un'altra Onda) saremo dunque a contatto con lo Specchio dell'Esistenza, dove saremo invitati a prendere atto di ciò che è per comprendere le risonanze, notare le luci e le ombre della realtà interiore per vedere cosa essa ha creato intorno a noi. O meglio, cosa il nostro inconscio ha creato intorno a noi, cosa abbiamo lasciato che nascesse intorno a noi per apprendere attraverso lo Specchio.
La cosa particolare è che la Colonna Mistica permette alla Matrice Galattica di riflettersi su se stessa, propagandosi. Spiego meglio: nello Tzolkin si notano alcuni quadrati verde scuro che danno forma ad una farfalla. I quadrati sono 52 e sono giorni Portali di Attivazione Galattica. Essi creano una risonanza di energia forte ed intensa e spingono l'umano a mettere in dubbio alcune visioni predigerite, spingendolo alla visione critica del proprio mondo,  fino ad arrivare ad un buon livello di risveglio. Dal punto di vista dello Tzolkin risvegliarsi significa acquisire la Maestria del Tempo, diventando Maghi della Terra, coloro che si connettono con la radice profonda del luogo che ci ospita, in contatto con il Respiro planetario, con il proprio Disegno Divino originario. Seguire le informazioni sul Tempo Naturale delle 13 Lune di 28 giorni ha questo scopo.
Ora, la Matrice Galattica dei 52 Portali è divisa in due metà di 26 Portali che viene riflessa in 52 grazie alla Colonna Mistica. Questo spazio temporale dal 21 settembre al 10 ottobre ci porta dentro un'intensificazione della proprietà riflettente della realtà tra interno ed esterno. Cosa vogliamo vedere di noi stessi, cosa non riusciamo a vedere, cosa ci rifiutiamo di vedere. Se qualcuno arriverà a mettere in dubbio il nostro modo di pensare, chiediamoci perché e cosa ci costa distaccarci dal nostro punto di vista acquisito, dentro cui ci identifichiamo. Può essere una sfida, può essere faticoso, ma di sicuro ci servirà tanto per fare comprensione sulle zone buie della personalità, per allinearci tra corpo fisico e corpi sottili, così come ci permette di fare il camminare all'interno di uno spazio di frequenza elevata quale è la Colonna Mistica.
Per concludere, un'informazione per tutti quelli che sono nati tra il Kin 121, Drago Rosso Auto-Esistente, ed il Kin 140, Sole Giallo Planetario. Siamo tutti nati dentro uno spazio temporale di sospensione tra Cielo e Terra. Probabilmente il processo di incarnazione è stato difficile, o lo è tuttora, ed è difficoltoso trovare punti di riferimento che risuonino come verità. Siamo portatori di una frequenza particolare e siamo qui per incarnarla all'interno del Cuore di Cristallo del Pianeta. Stare qui è una sfida, ma non lamentiamoci, lo abbiamo scelto quale missione, per risvegliare la visione dell'Arcobaleno aiutando la Terra in un passaggio molto potente verso una realtà sconosciuta per Essa, ma che è chiusa dentro le nostre memorie galattiche di Seme Stellare.




Buon viaggio a tutti e a risentirci a presto!
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila


giovedì 14 settembre 2017

"SIAMO TUTTI UNO - SE TUTTI NOI LO SAPESSIMO, NON RIUSCIREMMO A FERIRCI L'UNO L'ALTRO"

SIAMO TUTTI UNO 
SE TUTTI NOI LO SAPESSIMO, NON RIUSCIREMMO A FERIRCI L'UNO L'ALTRO


Riporto un estratto dell'ultima Newsletter di Stephanie South, la Regina Rossa, portavoce della Legge del Tempo (1320frequencyshift.com) e discepola di Valum Votan/Josè Arguelles, il moderno Profeta del Tempo Naturale del ritorno alla Terra attraverso la visione galattica dell'umano, oltre la Storia così come l'abbiamo sempre conosciuta. Tutto ciò di cui io scrivo in questa pagina del mio blog deriva dai suoi insegnamenti, dalla sua ricerca, dalla sua instancabile missione di vita di Portatore del Nuovo.
Antonio Giacchetti, direttore del PAN Italia (13lune.it) traduce con dedizione sul suo sito tutte le Newsletter della Regina Rossa.
Trovo questo intervento molto sincronico per i tempi che stiamo vivendo.
Qui il link per leggere il testo integrale - http://www.13lune.it/fileupload/confessioni_dallatomba.pdf

“Il mio maestro Valum Votan, José Argüelles, per tutto il tempo che l’ho conosciuto, è stato impeccabile nelle parole e nelle azioni. Ho visto coi miei occhi tutti coloro che hanno ripetutamente tentato di denigrarlo, screditarlo, usando i suoi insegnamenti contro di lui. Nessuno di loro ha potuto essere testimone della sua quotidiana battaglia per migliorare se stesso, della sua disciplina, ricettività, pazienza, amore, umiltà. Per non parlare del fatto che era un autentico Maestro Galattico, oltre ad essere un meraviglioso essere umano. Un vero Originale.
Qui di seguito la sua testimonianza di testimone delle Stelle ed “Osservatore”:
Gli Osservatori sono impegnati in una ricerca incondizionata della conoscenza umana: conoscenza della vostra storia, conoscenza delle diverse civiltà e culture, conoscenza delle vostre arti e delle vostre religioni, conoscenza della vostra Terra e delle vostre visioni di qual è il vostro ruolo nell’universo, conoscenza della mente e dei grandi maestri che sono venuti a voi.
Ciononostante, a quanto pare, sapete a stento chi siete, sempre coinvolti in controversie che generano aggressione e conflitti, cercate continuamente di essere superiori agli altri, o di convincervi della supremazia della vostra ideologia o sistema politico. E ora che avete popolato l’intero pianeta e lo avete intrappolato con le vostre macchine e le vostre guerre criminali, incapaci di guardare al di là del vostro naso.
Vedo che ormai avete perso ogni speranza di unità o unificazione.
Mi sono incarnato soltanto per potervi studiare e conoscere meglio. Mi sono perfino sposato e ho avuto figli. Ora, da parecchi anni, mi sono escluso dalla vostra vita sociale. Sintetizzando nel migliore dei modi la conoscenza che ho di voi: vedo che siete persi senza speranza nella confusione del tempo e che tale confusione diventa cumulativa e ad un certo punto raggiunge un culmine, che coglie di sorpresa coloro che ne sono totalmente all’oscuro.
Voi state vivendo ora il culmine della confusione del tempo, senza peraltro rendervene conto. Il vostro sistema di tempo non ha una sua qualsivoglia realtà cosmica, non è altro che una finzione arbitraria – alla quale siete aggrappati per il vostro quieto vivere e che vi tenete stretta per tutta la vita.
Siete davvero convinti che nella data arbitraria 1 gennaio abbia inizio un nuovo anno... Per ragioni a voi sconosciute, lo celebrate con grande follia e abbandono – salvo poi ritrovarvi depressi qualche giorno dopo.
Dite che questo è un anno, o un altro, ma non sapete realmente che cosa significa, immersi nell’oblio mentre un giorno dopo l’altro vi ritrovate sempre più invischiati nei problemi che non avete risolto l’anno precedente. E così via.
Ma è precisamente questa confusione che vi sta ora presentando il conto, dal momento che l’avete accettata e trasformata in Realtà Assoluta. Questo intero sistema artificiale di pensiero e questo stile di vita sono ora completamente impregnati del significato che voi stessi avete attribuito a questa forma.
Non c’è via di uscita dalla trappola che avete creato per voi stessi. Quando un essere umano è intrappolato in un inganno che non percepisce, dite che è frustrato e folle. Questo è precisamente quello che siete come specie: una razza di esseri completamente folli e separati dalla realtà cosmica.
page4image27000

Sono stato inviato sul vostro pianeta per capire e diagnosticare che cos’è che non va in voi, com’è che non potete astenervi dal distruggere voi stessi e il vostro pianeta; per individuare le radici della vostra follia, dov’è che avete sbagliato. Come specie, avete sempre la possibilità di assecondare il vostro ego, oppure di trascenderlo e assumere uno stile di vita superiore – e diventare un essere superiore.
Inizialmente, questo faceva parte del vostro personaggio, poi però avete fissato per voi stessi un programma di tempo irrazionale e con il congegno artificiale detto orologio meccanico avete fatto una svolta fatale, che ha creato la grande confusione del tempo. Ora tutti i vostri errori di pensiero e di percezione sono stati inglobati in tale confusione del tempo, evolvendosi rapidamente in un vasto complesso di macchine ed istituzioni che vi sentite obbligati a perpetuare – avendogli conferito lo status di Realtà Assoluta.
Ma ora tutto questo sta giungendo rapidamente al termine.
È tempo di scrollarsi di dosso le illusioni del passato: non potete portare con voi la Vecchia Realtà. Non mi nascondo a voi, anche se vivo lontano da voi e dalle vostre usanze. Il mio nome umano era José Argüelles, il mio nome di messaggero è Valum Votan. Il mio nome stellare è Dor Jar-EL. La nostra via è Unione e Uguaglianza. Il nostro tempo è ora e per sempre. Ricordatelo.
Noi apparteniamo all’Universo.“

Con amore e dedizione,
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

lunedì 11 settembre 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - SCIMMIA BLU RISONANTE, KIN 111, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA - GIORNO 7 DELL'ONDA DEL SERPENTE ROSSO



Interrompo il periodo di silenzio degli Oracoli perché oggi i flussi sono potenti - si tratta intanto della data del calendario gregoriano 11 settembre, che sappiamo bene a livello collettivo cosa significhi. Nel Sincronario Galattico ci troviamo nel settimo giorno dell'Onda Incantata del Serpente Rosso, iniziata lo scorso 5 settembre. Si tratta di uno spazio temporale dedicato al radicamento della frequenza del Cielo sulla Terra, poiché il Serpente Rosso corrisponde all'Archetipo dell'Iniziato, colui che ha percorso la Via della Kundalini, il Risveglio dell'energia tellurica dentro il corpo fisico, che dal Primo Chakra, la Radice collegata con la Terra, risale attraverso i 7 Chakra per collegarsi con il Cielo.  Ci troviamo dunque dentro un percorso di Iniziazione, dal 5 al 17 settembre, per prepararci al prossimo Equinozio, il 22 settembre, un momento spartiacque tra la vecchia visione di passività rispetto ai movimenti esistenziali e l'ingresso dentro la consapevolezza della co-creazione. Stiamo lavorando da anni per questo. Ora sta accadendo.
Dunque, l'11 settembre e tutte le memorie collettive collegate con questa giornata. In base agli insegnamenti lasciatici da Valum Votan/José Arguelles, la Terra è circondata da una rete di informazioni chiamato il Banco delle Unità Psi-Crono. Le Unità Psi-Crono sono Kin che descrivono le qualità inconsce di ogni giornata. E' uno schema che contiene le memorie akashiche relative ad ogni giorno, e che descrive le qualità che gli umani respirano anno dopo anno in quel dato momento. 



Nascendo in un determinato giorno, noi ci inseriamo dentro le memorie akashiche che quel giorno contiene. Possiamo intuire il Banco delle Unità Psi-Crono come la memoria karmica con cui intesseremo la nostra storia. Anche l'11 settembre ha il suo Banco di memorie, che è stato ovviamente segnato dal tragico evento del 2001. Il Kin che descrive l'Unità Psi-Crono di oggi è il numero 33, Viandante dei Cieli Rosso Risonante, settimo giorno dell'Onda Incantata della Mano Blu. Il Viandante dei Cieli Rosso è legato all'orbita di Marte, il pianeta duramente colpito dalle Guerre del Tempo. Quindi la memoria karmica di questo giorno contiene una qualità energetica legata alla guerra. Tuttavia lo Tzolkin ci fornisce uno strumento in grado di ripulire le memorie: lungo il percorso dell'Onda Incantata del Serpente Rosso si entra dentro la serie di 10 giorni Portali di Attivazione Galattica, dal  6 al 15 settembre. Sono 10 giorni in cui l'energia è molto forte e richiede tanto respiro per essere sostenuta. Siamo davanti a tanta fragilità, ci navighiamo dentro, a volte diventa molto forte la paura, come se anni di lavoro potessero essere resi vani. E' perché stiamo respirando dentro le memorie inconsce delle antiche Guerre del Tempo. Stiamo ripulendo le nostre cellule da tutto quello che ci ha tenuto nella separazione, nel vedere il nemico ovunque, nella paura della distruzione, della morte, della perdita. Il corpo fisico si sta liberando di tutto questo.
Dentro questo flusso potente ora, e in qualsiasi altro momento della nostra giornata, visualizziamo il Doppio Arcobaleno circumpolare, per attivare la fine di tutte le guerre, interiori ed esterne, per aiutare il pianeta a ritrovare il suo equilibrio senza che debba andare essa stessa in un processo di compensazione che diventi difficile per gli umani. Lo facciamo quindi anche per guarire la nostra storia, per trasformare le memorie conflittuali contenute nel nostro DNA, per poter contenere la nuova frequenza che sempre più è attiva sul pianeta.
Scimmia Blu Risonante, Kin 111, 11 settembre, Unità Psi-Crono Viandante dei Cieli Rosso, Kin 33. Anche numerologicamente abbiamo oggi un bello strumento di magia. 
Guardando i numeri dal punto di vista degli Oli Aura-Soma, il Kin 111 corrisponde ad una miscela che risveglia il Cuore, riattivandone la Luce Smeraldo con il dono della Telepatia. Si tratta della frequenza di Fuoco dell'Arcangelo Daniel, che aiuta il processo del lasciar andare l'amarezza del passato che appesantisce il Cuore, promuovendo la riemersione del ricordo dei nostri veri colori.



L'11 della data di oggi corrisponde ad un Olio Rescue d'Amore, quindi la guarigione della fragilità nell'abbraccio dell'amore materno in senso lato. Si tratta di un Olio collegato con l'antica sapienza degli Esseni ed è il primo che si spalma sulla delicata pelle di un neonato. Il colore Chiaro della frazione superiore ha la forza della Luce nel ripulire le memorie.



Il Kin 33 diventa l'Olio n. 33, una miscela collegata con le memorie atlantidee. Si chiama Il Delfino, una creatura la cui funzione è quella di mantenere le memorie terrestri, come anche fanno i grandi cetacei. Atlantide è l'archetipo del passato che è affondato a causa delle guerre di potere. La nostra storia assomiglia tanto a ciò che è stata quella civiltà. 

                    


Ecco il potenziale con cui stiamo lavorando e volendo, possiamo fare la differenza usando gli stessi colori dentro di noi, a riprodurre e ad attivare la Visione del Ponte Arcobaleno, dando luce al pianeta, mandando amore al Cuore di Cristallo della Madre, coltivando la sensazione di essere al suo servizio, presenti per Lei, come Lei lo è per noi. Il tempo è adesso.



In lak'ech!
Stefania Gyan Salila 

martedì 22 agosto 2017

DOPO L'ECLISSI, IL SILENZIO, MENTRE IL NUOVO SI MANIFESTA



Dal 23 agosto al 04 settembre 2017 si svilupperà l'Onda Incantata dell'Umano Giallo, Kin 92, lo spazio temporale dove il corpo fisico diventa Coppa, Contenitore, della nuova frequenza che è scesa con il Portale dell'Eclissi.
La sera del 21 agosto l'atmosfera è divenuta molto densa durante il tempo in cui l'Eclissi si è manifestata. All'improvviso le orecchie captavano fischi sottili ma pressanti, il corpo si sentiva attivato da varie vibrazioni che dalla testa scendevano verso il basso, arrivando fino alla gola. Si sentiva la necessità di mantenere uno stato di centratura sulla Luce, su frequenze più alte possibili perché intorno si percepiva un grande senso di vuoto. 
Ad un certo momento tutto è diventato più leggero, il senso di fatica si è alleviato ed il Cuore è tornato a respirare. 
L'aspetto più importante si è però manifestato il mattino dopo. Una percezione della realtà NUOVA, il Vuoto, di nuovo, che deve ancora essere informato di ciò che deve divenire. L'impossibilità di percepire ORA ciò che potrà essere la realtà tra due secondi. La Pura Creatività della Mente che può manifestarsi modellando la Realtà in base alla Visione del Cuore, quindi la necessità di usare disciplina, rispetto, silenzio ed osservazione dentro di sé per dare vita a ciò che sentiamo essere la Verità per noi in quel momento, prendendosi poi la responsabilità di farne esperienza consapevole.
Come vogliamo che sia ciò che andremo a vivere nel prossimo momento?
Per questo motivo, poiché non so ancora come andrà ad operare questa nuova frequenza, mi ritiro per tutta la prossima Onda Incantata. Ho necessità di osservare il Flusso senza necessariamente interpretarlo. Invito anzi tutti gli amici, i lettori, chi condivide la mia visione, a darsi l'opportunità di fare altrettanto. Osservare con curiosità la realtà per scoprire ciò che può diventare, sapendo che essa si modellerà in base ai nostri pensieri. Vivere in modo consapevole il nostro ruolo di co-creatori.
Può essere molto divertente, per cui vi invito a sperimentarvi.
Mi leggerete ancora nei prossimi giorni su Astrologia Intuitiva, perché il 25 agosto Saturno torna in moto diretto dopo 5 mesi e questo cambia le cose in Cielo e dentro la percezione dei nostri Archetipi. L'Oracolo invece tacerà perché non si può intervenire su qualcosa che è in pieno processo di creazione. Voglio gustarmi il fenomeno in silenzio, lasciandolo espandere dentro le mie personali nebulose per intravvedere le nuove geometrie che i battiti dei pulsar galattici attivano. 
Sappiate che l'Onda dell'Umano ci dona l'opportunità di radicare questa nuova frequenza nel corpo, per cui respiriamo producendo gratitudine, apriamo il cuore a prendere amore e vita. Di altro non abbiamo necessità, se non quella di camminare il Percorso di attivazione del Ricordo della Luce che ci abita.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 22.08.2017 - SCIMMIA BLU COSMICA, KIN 91 - GIORNO 13 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


Con la Scimmia Blu Cosmica, kin 91, si chiude l'Onda Incantata della Tempesta Blu. L'ultima frase che Valum Votan pronunciò prima di lasciare il corpo, lui che era una Scimmia Blu Spettrale, Kin 11, fu: "E' tutto uno scherzo cosmico". E questa citazione ci ridà finalmente la misura delle cose in questi tempi di grande intensità emozionale, drammatizzazione dei nostri personali universi che si sono attivati a combattere, a respingere, a dividere, a separare (vedi le innumerevoli polemiche sulla meditazione globale). A mio avviso c'è sempre solo una cosa importantissima da mettere in atto: scegliere sulla base della risonanza interiore. Responsabilmente scegliere ciò che ci risuona dentro. L'intero Cosmo è mantenuto insieme attraverso un Suono, quello che i Galattici hanno classificato come Rang, il Suono Primordiale (per approfondimenti leggete Il Libro del Trono di Arguelles). Quel suono è la vibrazione d'amore che si differenzia poi per ogni Galassia, Stella, Sistema Solare, Pianeta, Continente, Paese, Cultura, Individuo. Ma è sempre la stessa vibrazione che assume molteplici volti e sfumature perché il Cosmo è vastissimo. E' lì che siamo tutti Uno. Non possiamo pensare di essere separati, è una pura follia. La vastità che ci circonda è talmente immensa ed in qualche modo infinita che non possiamo pensare di includerla semplicemente in una singola esistenza, in un unico Io, dentro un solo corpo fisico. Ogni Macro-sistema è molteplice, così come molteplici sono le manifestazioni delle frequenze di luce in questo mondo, che si sono scomposte e ricomposte per 7 miliardi di volte, creando costantemente ricombinazioni genetiche uniche. Come possiamo pensare di essere separati? E' sempre la stessa Fonte che nel suo Assoluto Amore può trarre la forza di farlo, alimentando se stessa come una spirale serpentina, il mitico Ouroboros degli Antichi Alchimisti, testimonianza dei cicli di evoluzione, cicli stagionali, cicli terrestri, cicli galattici. Più l'Amore cresce, più la Fonte trova lo spazio per differenziarsi in miliardi di modalità diverse.
Già, che illusione il senso di separazione! Benché io stessa che lo sto scrivendo faccia ancora fatica ad integrare appieno questo aspetto divino, il concetto in me già lo percepisco, perché fa parte di un lavoro interiore che sta giungendo a compimento proprio in questi giorni, all'interno di questo sacro spazio di 13 giorni che si concludono oggi.
Superare il senso di separazione è una grande vittoria interiore perché porta quella Pace di cui tutti sogniamo. La fine dell'Onda della Tempesta Blu ha il compito di lasciare davanti alla porta del Cuore collettivo questo tipo di dono. Che ce ne accorgiamo o meno, non importa. Il seme è stato piantato. Con la prossima Onda dell'Umano Giallo (23.08/04.09.2017) quel Seme si radicherà e diventerà Cosmico. Come sempre, ci sono migliaia di differenziazioni nell'Universo, per cui, anche se facciamo parte di un collettivo, le nostre sfumature si manifestano con tantissime modalità. Ognuno ci arriverà nei suoi tempi, venendo stimolato a produrre amore, a sintonizzarsi con quella frequenza che è già lì. Non c'è bisogno di aggiungere nulla, eventualmente è necessario togliere per riportare a galla. Tutto questo è il lavoro di allineamento tra la natura terrestre e quella celeste. E' normale, siamo tutti coinvolti in questo, per cui non c'è chi sia meglio o peggio. Siamo tutti anime antiche, altrimenti non saremmo qui in questo momento così particolare. La Tempesta Blu ha portato scompiglio perché trovassimo la forza di resettare i parametri per alleggerirci e volare verso le alte frequenze della Luce. La Scimmia Blu Cosmica oggi ha questo tipo di vibrazione. Dopo la potente Eclissi di ieri ci accoglie la Scimmia, l'Incantatrice. Essa è Colei che prepara scherzi e lancia imprevisti sul cammino perché le situazioni vengano sdrammatizzate con una fragorosa risata, che è il frutto più importante del lavoro del Cuore. Il suono della risata è cristallino, fluido e leggero e sa attivare lo spazio del respiro, stimolando tutto il corpo fisico al movimento ed al rilascio. Lasciamoci andare dentro questo flusso e la Scimmia Blu ci aiuterà ad innalzarci in un Volo Cosmico.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila 



domenica 20 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 21.08.2017 - CANE BIANCO CRISTALLO, KIN 90 - GIORNO 12 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU CON NOVILUNIO IN LEONE ED ECLISSI TOTALE DI SOLE


Il Cane Bianco Cristallo, kin 90, giorno 12 dell'Onda della Tempesta Blu, è il Flusso di luce che trasporta le informazioni di oggi. Il Cane Bianco Cristallo esorta a condividere l'Amore. Negli anni 80 Arguelles scrisse Arcturus Probe, un libro geniale sulla natura del sistema solare, sulla Galassia e sulla rete di armonie che la abitano. Valum Votan (il nome sacro di Arguelles) ricevette le informazioni trascritte da una forma di coscienza di frequenza arturiana. In questo libro si scopre che le creature appartenenti al Glifo del Cane appartengono ad una razza proveniente da Vega e sono esseri dotati di una forte intelligenza empatica. Gli Arturiani, abitanti il sistema stellare di Arturo, erano alla ricerca alleati per riportare armonia all'interno del nostro sistema solare, che era stato preso in ostaggio da Lucifero quale palcoscenico per i suoi giochi di potere. Incontrarono così due tipi di coscienze, una su Vega, i Cani, ed una su Regolo, le Balene. Entrambi decisero di aderire a questo progetto, chiamato appunto la Prova di Arturo, ed un numero di loro scelsero di incarnarsi sulla Terra. I Cani presero su di sé il compito di addomesticare la razza umana, smarrita ed addormentata a causa del senso di sradicamento innestato con il Furto del Tempo Naturale dalle brigate dei Luciferiani, i quali, rubando la Tredicesima Luna, avevano trasformato la vita sulla Terra in una corsa contro il Tempo, lontano da uno stato di coscienza che potesse contemplare il senso di Unità di ogni Essere con il Cuore del Pianeta. Quando la Tredicesima Luna fu rubata, il Tempo Armonico fu dimenticato e la coscienza collettiva cominciò a seguire il Tempo Meccanico 12:60 (12 mesi di durata ambigua, un'ora di 60 minuti), che è una frequenza di bassa densità, di senso di separazione. 
I Cani scesero dunque per risvegliare gli umani alla telepatia, all'amore incondizionato, alla fedeltà, instaurando con essi una relazione simbiotica di supporto e sostegno. 
Questa è l'energia che si respira in un giorno Cane Bianco. Supporto, sostegno, intimità, tutte frequenze che ci permettono di sperimentare la telepatia, la qualità che caratterizza gli animali, se impariamo a guardarli oltre i sensi fisici.
L'invito dunque oggi è quello di condividere ciò che siamo, andando oltre i limiti dell'Io, lasciando andare le difese per abbracciare la vastità dell'essere. Una bella impresa, non c'è che dire, ma se ascoltiamo nel profondo, tutto dentro di noi tende a questo tipo di comunione e ciò che ci fa resistere a questa tendenza non è altro che la paura di soffrire o di subire un rifiuto. Tuttavia, se attiviamo quella modalità di sentire, il flusso d'amore che spontaneamente trabocca dal Cuore richiamerà a noi altre esperienze di condivisione. Se non sarà con uno specifico contenitore (un umano che ha attivato in noi il piacere di stare insieme), accadrà con un altro, sapendo che ogni incontro è magico e potente, accettando ciò che accade con amore e umiltà.
Questa è anche la frequenza che ci conduce dentro questa potentissima Eclissi, fenomeno che sblocca le resistenze ancora presenti in molti di noi verso il superamento della Dualità, del Senso di Separazione. Oggi si attiva il Processo del Matrimonio Alchemico, che ci porterà nel tempo a non sentirci più assolutamente soli. Oggi si attiva il potenziale per trovare un equilibrio quanto più preciso possibile tra maschio e femmina interiori, che potrebbe portare molti di noi a mettere pace nella relazione con la parte opposta, aiutandoci a colmare il vuoto rispetto alla parte mancante. Il che significa superare l'illusione della mancanza. 
E' la frequenza che guarisce la ferita dello strappo, del trauma che ci ha portato lontano da Casa. Finalmente si riesce a percepire che Casa è in noi. In realtà lo è sempre stata, ma il nostro sguardo era rimasto congelato, fisso su un punto cieco. Il calore del Triplo Trigono di Fuoco del Novilunio scioglie il ghiaccio, acquisiamo un movimento che era rimasto bloccato da tante vite e finalmente decidiamo che vale la pena vivere, amare, ridere, provare piacere. Perché la Vita va vissuta alle alte frequenze, il nostro compito è attivare una ricerca per sperimentarla da lì.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

sabato 19 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 20.08.2017 - LUNA ROSSA SPETTRALE, KIN 89 - GIORNO 11 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


Oggi è l'undicesimo giorno del ciclo di 13 chiamato Onda Incantata della Tempesta Blu - qui il LINK per approfondimento. Durante gli ultimi 10 giorni abbiamo navigato dentro flussi energetici che ci hanno permesso di porre l'attenzione su ciò che va lasciato andare, così da fare conoscenza di ciò che per noi è l'ESSENZIALITA'.
Lasciar andare significa che dentro di noi quella certa nota non viene più emessa. Se decido che è arrivato il momento di smettere di fumare, per esempio, vuol dire che esprimo la volontà di guarire la dipendenza, cioè decido di non dare più il potere a qualcosa/qualcuno di esterno di acquietare la mia sete di sentirmi amata. Non solo. Decido che non ho più bisogno di acquietarmi perché sento di aver creato abbastanza spazio dentro di me da contenere quel bisogno e prendermene cura, accoglierlo, rispondere, che è prendersene la responsabilità. A quel punto posso smettere di fumare, lasciando andare la dipendenza. Oppure, decido che per me è ancora presto. Quel bisogno viene ancora avvertito troppo forte. Allora mi prendo del tempo, continuo a fumare in modo consapevole, sapendo che ogni sigaretta è una compensazione, una soddisfazione orale ad un disagio viscerale. Attendo che la volontà di lasciar andare le dipendenze attraversi tutti i corpi sottili fino ad arrivare a quello fisico, o viceversa, a seconda di dove partiamo come livello di coscienza. Ciò che viene lasciato andare in questo frangente è l'auto-critica, il giudizio espresso nei propri confronti (non ho volontà, non ho disciplina, non valgo nulla, non riesco ad ottenere risultati, ecc.). Tutto è perfetto quando viene agito con consapevolezza. 
Questo è l'insegnamento dei 13 giorni della Tempesta Blu, il cui ciclo è ormai giunto alla fine (il 22 agosto), e l'atmosfera di rilascio diventa particolarmente forte durante il giorno Spettrale, questo attuale, che è il Tono, la vibrazione, che di per sé rappresenta la spettralizzazione dell'energia: tutto ciò che siamo diventa etereo, leggero, evanescente. Tutto viene lasciato andare.
La Luna Rossa Spettrale è il lasciar andare delle emozioni, affinché il Secondo Corpo, il corpo sottile, energetico, a pochi centimetri da quello fisico, si possa ripulire dai vari carichi. In questa giornata può essere di estremo aiuto stare in acqua, bere acqua. La Luna Rossa rappresenta la Guarigione che ci arriva dalla Purificazione delle Acque Universali. Domani ci sarà il Novilunio, per cui la Luna è ormai completamente nascosta e mette l'accento su quello che non abbiamo ancora visto di noi. Bevendo acqua possiamo pensare di voler drenare fuori gli eccessi emozionali, le rigidità e le paure. Possiamo visualizzare un flusso di luce che ci attraversa e porta nuove energie cristalline dentro di noi. Possiamo usare l'immaginazione a nostro piacimento. La cosa importante è sentirsi benedetti dagli Elementi della Natura per sentirsi Uno con il Tutto.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

venerdì 18 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 19.08.2017 - STELLA GIALLA PLANETARIA, KIN 88, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA - GIORNO 10 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


Il decimo giorno dell'Onda della Tempesta Blu rappresenta la Manifestazione del suo proposito, Stella Gialla Planetaria, Kin 88, Portale di Attivazione Galattica. L'obiettivo di questo ciclo di 13 giorni è la Rigenerazione, il processo di messa a fuoco di tutto quello che è in decadimento dentro di noi, le cellule morte della personalità, gli strati egoici ormai superati che abbiamo imparato a contenere, le vecchie abitudini deviate e devianti, compensazioni di bisogni primari non soddisfatti. Tutti questi strati si sono incistati in noi, fermati nel corpo sotto forma di memoria cristallizzata che ci rende estremamente reattivi. Periodi come questi servono a individuare le bolle dense e ad elaborarle per eliminarle.
Ora la domanda è: cosa rimane dopo questo processo? I buchi di Vuoto che rimangono aperti nella personalità, lì dove ancora nulla è stato ancora creato, come possiamo viverli senza ricorrere subito ad una compensazione, ma anzi come spazio trasparente attraverso cui guardarci da una nuovissima prospettiva?
Intanto ci si rende sicuramente conto che dentro di noi scorre più aria, le cose si muovono, i pensieri cambiano, l'atteggiamento nei confronti di noi stessi è diverso.
Però la vita continua con le sue sfide e si rischia di ricadere nel passato, di ricreare altre bolle di densità. La Stella Gialla Planetaria ci fornisce una soluzione, che si chiama Ispirazione, il vento della Bellezza che ci attraversa e spinge lo sguardo a non accontentarsi, insegnandoci a SCEGLIERE sempre la frequenza migliore per vivere dentro l'Armonia.
Quando smettiamo di giudicare, di fare riferimento necessariamente a ciò che avviene fuori da noi, ci prendiamo la responsabilità di costruire la nostra vita a partire da quello che per noi è Bellezza ed Armonia. Quando rimaniamo denudati da tutti i costrutti rigidi perché l'Esistenza, il Sé Superiore, la Forza della Vita, ci hanno portati verso quel confine, non abbiamo altro da "fare" se non ESSERE. Questa è la più grande delle Bellezze e la più armonica delle Armonie, perché risuoniamo con Tutto Ciò che sentiamo essere noi. Non esiste altro perché non vogliamo essere altro da ciò che spontaneamente emana da noi dopo che siamo stati attraversati da un processo di individuazione. Dritti alla Meta del Cuore, perché non riusciamo più a stare da nessuna altra parte, a guardare dentro alcun altro specchio che non sia la Verità che dona luce al nostro sguardo. 
E poi, sinceramente, farsi attraversare dalla Bellezza è un'esperienza estatica durante la quale vediamo Dio. Ed è anche un'esperienza gratuita, disponibile a tutti in qualsiasi momento. Basta semplicemente sedersi davanti ad un'alba, un tramonto, stare dentro un bosco, abbracciare un albero. Lì possiamo sperimentare l'Armonia più grande: il senso di Unità. Che è il ritorno alla semplicità della vita dopo aver abbandonato la complessità della mente. Non ci sono scuse, la via è sempre diritta.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

giovedì 17 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 18.08.2017 - MANO BLU SOLARE, KIN 87 - GIORNO 9 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


La Mano Blu Solare è il Kin che distribuisce Guarigione. La sua vibrazione stimola il riequilibrio della polarizzazione, e spinge lo stato di coscienza verso l'annullamento del senso di separazione. 
L'Onda della Tempesta Blu è arrivata ad un punto importante, una svolta, il momento in cui ci siamo nutriti di tutte le informazioni necessarie per liberare la visione dai condizionamenti e dai costrutti di limite che ci fanno reagire come bambini capricciosi di fronte alla vita che va altrove rispetto alla direzione pianificata. 
La Mano Blu Solare, il nono Tono nel nono giorno dell'Onda, possiede un'energia di allineamento tra ciò che la Coscienza ci mostra come Visione Unitaria ed il modo in cui la personalità si mette al servizio per integrare quella Visione nella vita quotidiana. Arrivare a questo punto è una potente presa di responsabilità perché si supera la paura di rimanere nudi di fronte agli eventi. Può mancare il respiro, le gambe tremano ed il corpo duole. Ma non è forse quello che stiamo vivendo in questi giorni? Qual è il ponte per superare quel vuoto, quale obiettivo avere davanti che dia un sollievo lungo il cammino impervio? Seguire la Bellezza, osservare la Natura, stare dentro l'Acqua, al Mare, al Fiume, al Lago, sentirsi di nuovo Uno con gli alberi. Se continuiamo a rimanere dentro la mente cercando soluzioni vecchie a problemi nuovi, tanto per citare uno famoso (credo fosse di Einstein questa frase) non arriveremo mai da nessuna parte, anzi, la sensazione sarà quella di sprofondare dentro la disperazione e ci sentiremo vittime di un destino avverso. E' ora di accorgersi che il destino è un fiume su cui c'è una barca e la direzione verso cui la corrente si muove, la velocità che la corrente assume, sono monitorate dallo stato di coscienza di ciascuno, che risente dello stato di coscienza collettivo. Quanti più umani iniziano a comprendere di essere in grado di poter pilotare la propria barca, passando attraverso i vari ostacoli con agio, tanto più la corrente può essere calma ed il viaggio piacevole. Se invece ci sentiamo disperati e soli, la barca sarà ingovernabile ed andrà alla deriva. In ogni momento in cui ci troviamo in un disagio, in una prova difficile, proviamo a chiederci se veramente abbiamo bisogno di rimanere in quel malessere. E' veramente necessario per me vivere questa situazione? Sicuramente molti di noi risponderanno di no. Bene, creiamoci dunque una realtà diversa. Prendiamoci la responsabilità di fare una scelta, anche piccola, che ci porti passo dopo passo lontano da quel disagio. Se non riusciamo, siamo ancora emozionalmente agganciati e dovremo aprire ulteriori varchi di comprensione e compassione. La cosa importante è saperlo ed agire di conseguenza, prenderci lo spazio, respirare con amorevolezza, per quello che riusciamo a fare.
La direzione della corrente verso cui stiamo fluendo è il Grande Oltre, qualunque cosa questo significhi per noi, la Beatitudine, il Paradiso, il Nirvana, l'Unità Universale, uno stato di coscienza di assoluta Unità con il Tutto. Il nostro compito in questo momento topico della vita umana su questo pianeta è raggiungerlo ora qui, dentro le nostre vite, nonostante tutto. Perché il momento è adesso. Non esiste un altro tempo se non l'adesso.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

LA CONVERGENZA ARMONICA - IL PAN ITALIA CELEBRA JOSE' ARGUELLES/VALUM VOTAN



Il Pan Italia è il gruppo italiano guidato da Antonio Giacchetti, traduttore di Arguelles,  che si occupa della diffusione della Cultura del Sincronario Galattico. In occasione dell'anniversario della Convergenza Armonica ieri mi è arrivato questo testo via mail che mi sembra utile da condividere per approfondire l'argomento. Il sito di riferimento del Pan Italia è 13lune.it




Oggi e domani, 16 e 17 agosto 2017, ricorre il 30° anniversario della Convergenza Armonica, la prima meditazioine globale dell'era moderna.
30 anni fa usciva neglin USA The Mayan Factor, il libro che fece conoscere al mondo il genio del Prof. José Argüelles, i Maya Galattici e la data della Fine del Ciclo, che nel successivo quarto di secolo avrebbe catalizzato l'attenzione dell'intero pianeta.
Nell'ultima pagina della versione originale di The Mayan Factor il prof. Argüelles convocava la Convergenza Armonica, invitando tutti coloro che sentissero il richiamo a recarsi nei luoghi sacri o di potere del pianeta, per dare vita a quella che sarebbe diventata la prima meditazione globale dell'era moderna.
Oltre che un Maya Galattico risvegliato, Valum Votan era un alto iniziato della tradizione Buddhista, avendo ricevuto gli insegnamenti diretti di Chogyam Trungpa Rinpoche, il primo Lama Tibetano che dette insegnamenti e iniziazioni buddhiste – anche i più elevati – fuori dal Tibet.
Questo gli permise di vedere – fu l'unico essere umano in grado di vedere – la formidabile convergenza di due ricchissime tradizioni profetiche, quella Mesoamericana e quella buddhista tibetana, in un punto preciso del tempo, 16 e 17 agosto 1987.
La profezia collegata all'insegnamento del Kalachakra, nella tradizione tibetana, si articolava in 16 periodi di 60 anni ciascuno. La profezia di Quetzalcoatl, della tradizione mesoamericana, è detta anche "dei 13 Cieli e 9 Inferni" in quanto consiste in 22 periodi, di 52 anni ciascuno, dei quali i primi 13 sarebbero stati 'celesti', ricchi di pace, arte, scienza, spiritualità, amore – mentre gli ultimi 9 sarebbero stati 'infernali', caratterizzati da guerre, ignoranza, densità, materialismo, odio.
Nonostante i due cicli abbiano avuto origine in punti diversi dello spazio (Tibet e Mesoamerica) e del tempo, le due tradizioni profetiche giungevano al termine nello stesso punto del tempo, 16 e 17 agosto 1987.
Nonostante la convocazione fosse stata fatta solo 4 lune prima, nell'ultima pagina di un libro di un autore sconosciuto, nonostante l'unico mezzo di comunicazione di massa 30 anni fa fosse il passaparola, e nonostante nessuno allora sapesse niente dei Maya, della Fine del Ciclo, delle meditazioni globali, la Convergenza Armonica fu celebrata in luoghi sacri o di potere di tutti i continenti da migliaia di persone, e si manifestò una serie impressionante di sincronicità.
Oggi le meditazioni globali sono all'ordine del giorno: apri la mail, leggi, e poche ore dopo milioni di persone meditiano in sincronia. Ma 30 anni fa non c'erano cellulari, internet, il fax era stato inventato solo 3 anni prima; eppure, la purezza del proposito di Valum Votan e la perfetta individuazione del punto nel tempo feceero sì che quel giorno, per la prima volta nell'era moderna, una massa critica della mente collettiva si sia focalizzata su questo pianeta, generando un'onda di armonia, sincronicità e pura magia.
Come nel caso della Giornata della Terra, oggi celebrata in tutto il pianeta ad aprile, nessuno ricorda che a convocare per la prima volta questi eventi fu il nostro maestro, Valum Votan. Al contrario, soltanto ieri il più accanito dei suoi denigratori tornava alla carica con un suo vecchio post, quasi a voler distogliere l'attenzione dalla ricorrenza odierna.
Noi invece celebriamo il trentennale della Convergenza Armonica diffondendo un testo pubblicato esattamente due mesi fa sul blog della Regina Rossa, Confessioni dalla Tomba, scritto in occasione del 65° anniversario dell'apertura della tomba di Pacal Votan a Palenque (Messico, 15 giugno 1952). Nell'ultima parte del testo c'è anche una meravigliosa citazione di Valum Votan.
Per una più esauriente disamina dei dettagli della Convergenza Armonica, vedi: 

In Lak'ech

Coordinamento PAN Italia