domenica 20 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 21.08.2017 - CANE BIANCO CRISTALLO, KIN 90 - GIORNO 12 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU CON NOVILUNIO IN LEONE ED ECLISSI TOTALE DI SOLE


Il Cane Bianco Cristallo, kin 90, giorno 12 dell'Onda della Tempesta Blu, è il Flusso di luce che trasporta le informazioni di oggi. Il Cane Bianco Cristallo esorta a condividere l'Amore. Negli anni 80 Arguelles scrisse Arcturus Probe, un libro geniale sulla natura del sistema solare, sulla Galassia e sulla rete di armonie che la abitano. Valum Votan (il nome sacro di Arguelles) ricevette le informazioni trascritte da una forma di coscienza di frequenza arturiana. In questo libro si scopre che le creature appartenenti al Glifo del Cane appartengono ad una razza proveniente da Vega e sono esseri dotati di una forte intelligenza empatica. Gli Arturiani, abitanti il sistema stellare di Arturo, erano alla ricerca alleati per riportare armonia all'interno del nostro sistema solare, che era stato preso in ostaggio da Lucifero quale palcoscenico per i suoi giochi di potere. Incontrarono così due tipi di coscienze, una su Vega, i Cani, ed una su Regolo, le Balene. Entrambi decisero di aderire a questo progetto, chiamato appunto la Prova di Arturo, ed un numero di loro scelsero di incarnarsi sulla Terra. I Cani presero su di sé il compito di addomesticare la razza umana, smarrita ed addormentata a causa del senso di sradicamento innestato con il Furto del Tempo Naturale dalle brigate dei Luciferiani, i quali, rubando la Tredicesima Luna, avevano trasformato la vita sulla Terra in una corsa contro il Tempo, lontano da uno stato di coscienza che potesse contemplare il senso di Unità di ogni Essere con il Cuore del Pianeta. Quando la Tredicesima Luna fu rubata, il Tempo Armonico fu dimenticato e la coscienza collettiva cominciò a seguire il Tempo Meccanico 12:60 (12 mesi di durata ambigua, un'ora di 60 minuti), che è una frequenza di bassa densità, di senso di separazione. 
I Cani scesero dunque per risvegliare gli umani alla telepatia, all'amore incondizionato, alla fedeltà, instaurando con essi una relazione simbiotica di supporto e sostegno. 
Questa è l'energia che si respira in un giorno Cane Bianco. Supporto, sostegno, intimità, tutte frequenze che ci permettono di sperimentare la telepatia, la qualità che caratterizza gli animali, se impariamo a guardarli oltre i sensi fisici.
L'invito dunque oggi è quello di condividere ciò che siamo, andando oltre i limiti dell'Io, lasciando andare le difese per abbracciare la vastità dell'essere. Una bella impresa, non c'è che dire, ma se ascoltiamo nel profondo, tutto dentro di noi tende a questo tipo di comunione e ciò che ci fa resistere a questa tendenza non è altro che la paura di soffrire o di subire un rifiuto. Tuttavia, se attiviamo quella modalità di sentire, il flusso d'amore che spontaneamente trabocca dal Cuore richiamerà a noi altre esperienze di condivisione. Se non sarà con uno specifico contenitore (un umano che ha attivato in noi il piacere di stare insieme), accadrà con un altro, sapendo che ogni incontro è magico e potente, accettando ciò che accade con amore e umiltà.
Questa è anche la frequenza che ci conduce dentro questa potentissima Eclissi, fenomeno che sblocca le resistenze ancora presenti in molti di noi verso il superamento della Dualità, del Senso di Separazione. Oggi si attiva il Processo del Matrimonio Alchemico, che ci porterà nel tempo a non sentirci più assolutamente soli. Oggi si attiva il potenziale per trovare un equilibrio quanto più preciso possibile tra maschio e femmina interiori, che potrebbe portare molti di noi a mettere pace nella relazione con la parte opposta, aiutandoci a colmare il vuoto rispetto alla parte mancante. Il che significa superare l'illusione della mancanza. 
E' la frequenza che guarisce la ferita dello strappo, del trauma che ci ha portato lontano da Casa. Finalmente si riesce a percepire che Casa è in noi. In realtà lo è sempre stata, ma il nostro sguardo era rimasto congelato, fisso su un punto cieco. Il calore del Triplo Trigono di Fuoco del Novilunio scioglie il ghiaccio, acquisiamo un movimento che era rimasto bloccato da tante vite e finalmente decidiamo che vale la pena vivere, amare, ridere, provare piacere. Perché la Vita va vissuta alle alte frequenze, il nostro compito è attivare una ricerca per sperimentarla da lì.
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

sabato 19 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 20.08.2017 - LUNA ROSSA SPETTRALE, KIN 89 - GIORNO 11 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


Oggi è l'undicesimo giorno del ciclo di 13 chiamato Onda Incantata della Tempesta Blu - qui il LINK per approfondimento. Durante gli ultimi 10 giorni abbiamo navigato dentro flussi energetici che ci hanno permesso di porre l'attenzione su ciò che va lasciato andare, così da fare conoscenza di ciò che per noi è l'ESSENZIALITA'.
Lasciar andare significa che dentro di noi quella certa nota non viene più emessa. Se decido che è arrivato il momento di smettere di fumare, per esempio, vuol dire che esprimo la volontà di guarire la dipendenza, cioè decido di non dare più il potere a qualcosa/qualcuno di esterno di acquietare la mia sete di sentirmi amata. Non solo. Decido che non ho più bisogno di acquietarmi perché sento di aver creato abbastanza spazio dentro di me da contenere quel bisogno e prendermene cura, accoglierlo, rispondere, che è prendersene la responsabilità. A quel punto posso smettere di fumare, lasciando andare la dipendenza. Oppure, decido che per me è ancora presto. Quel bisogno viene ancora avvertito troppo forte. Allora mi prendo del tempo, continuo a fumare in modo consapevole, sapendo che ogni sigaretta è una compensazione, una soddisfazione orale ad un disagio viscerale. Attendo che la volontà di lasciar andare le dipendenze attraversi tutti i corpi sottili fino ad arrivare a quello fisico, o viceversa, a seconda di dove partiamo come livello di coscienza. Ciò che viene lasciato andare in questo frangente è l'auto-critica, il giudizio espresso nei propri confronti (non ho volontà, non ho disciplina, non valgo nulla, non riesco ad ottenere risultati, ecc.). Tutto è perfetto quando viene agito con consapevolezza. 
Questo è l'insegnamento dei 13 giorni della Tempesta Blu, il cui ciclo è ormai giunto alla fine (il 22 agosto), e l'atmosfera di rilascio diventa particolarmente forte durante il giorno Spettrale, questo attuale, che è il Tono, la vibrazione, che di per sé rappresenta la spettralizzazione dell'energia: tutto ciò che siamo diventa etereo, leggero, evanescente. Tutto viene lasciato andare.
La Luna Rossa Spettrale è il lasciar andare delle emozioni, affinché il Secondo Corpo, il corpo sottile, energetico, a pochi centimetri da quello fisico, si possa ripulire dai vari carichi. In questa giornata può essere di estremo aiuto stare in acqua, bere acqua. La Luna Rossa rappresenta la Guarigione che ci arriva dalla Purificazione delle Acque Universali. Domani ci sarà il Novilunio, per cui la Luna è ormai completamente nascosta e mette l'accento su quello che non abbiamo ancora visto di noi. Bevendo acqua possiamo pensare di voler drenare fuori gli eccessi emozionali, le rigidità e le paure. Possiamo visualizzare un flusso di luce che ci attraversa e porta nuove energie cristalline dentro di noi. Possiamo usare l'immaginazione a nostro piacimento. La cosa importante è sentirsi benedetti dagli Elementi della Natura per sentirsi Uno con il Tutto.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

venerdì 18 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 19.08.2017 - STELLA GIALLA PLANETARIA, KIN 88, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA - GIORNO 10 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


Il decimo giorno dell'Onda della Tempesta Blu rappresenta la Manifestazione del suo proposito, Stella Gialla Planetaria, Kin 88, Portale di Attivazione Galattica. L'obiettivo di questo ciclo di 13 giorni è la Rigenerazione, il processo di messa a fuoco di tutto quello che è in decadimento dentro di noi, le cellule morte della personalità, gli strati egoici ormai superati che abbiamo imparato a contenere, le vecchie abitudini deviate e devianti, compensazioni di bisogni primari non soddisfatti. Tutti questi strati si sono incistati in noi, fermati nel corpo sotto forma di memoria cristallizzata che ci rende estremamente reattivi. Periodi come questi servono a individuare le bolle dense e ad elaborarle per eliminarle.
Ora la domanda è: cosa rimane dopo questo processo? I buchi di Vuoto che rimangono aperti nella personalità, lì dove ancora nulla è stato ancora creato, come possiamo viverli senza ricorrere subito ad una compensazione, ma anzi come spazio trasparente attraverso cui guardarci da una nuovissima prospettiva?
Intanto ci si rende sicuramente conto che dentro di noi scorre più aria, le cose si muovono, i pensieri cambiano, l'atteggiamento nei confronti di noi stessi è diverso.
Però la vita continua con le sue sfide e si rischia di ricadere nel passato, di ricreare altre bolle di densità. La Stella Gialla Planetaria ci fornisce una soluzione, che si chiama Ispirazione, il vento della Bellezza che ci attraversa e spinge lo sguardo a non accontentarsi, insegnandoci a SCEGLIERE sempre la frequenza migliore per vivere dentro l'Armonia.
Quando smettiamo di giudicare, di fare riferimento necessariamente a ciò che avviene fuori da noi, ci prendiamo la responsabilità di costruire la nostra vita a partire da quello che per noi è Bellezza ed Armonia. Quando rimaniamo denudati da tutti i costrutti rigidi perché l'Esistenza, il Sé Superiore, la Forza della Vita, ci hanno portati verso quel confine, non abbiamo altro da "fare" se non ESSERE. Questa è la più grande delle Bellezze e la più armonica delle Armonie, perché risuoniamo con Tutto Ciò che sentiamo essere noi. Non esiste altro perché non vogliamo essere altro da ciò che spontaneamente emana da noi dopo che siamo stati attraversati da un processo di individuazione. Dritti alla Meta del Cuore, perché non riusciamo più a stare da nessuna altra parte, a guardare dentro alcun altro specchio che non sia la Verità che dona luce al nostro sguardo. 
E poi, sinceramente, farsi attraversare dalla Bellezza è un'esperienza estatica durante la quale vediamo Dio. Ed è anche un'esperienza gratuita, disponibile a tutti in qualsiasi momento. Basta semplicemente sedersi davanti ad un'alba, un tramonto, stare dentro un bosco, abbracciare un albero. Lì possiamo sperimentare l'Armonia più grande: il senso di Unità. Che è il ritorno alla semplicità della vita dopo aver abbandonato la complessità della mente. Non ci sono scuse, la via è sempre diritta.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

giovedì 17 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 18.08.2017 - MANO BLU SOLARE, KIN 87 - GIORNO 9 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


La Mano Blu Solare è il Kin che distribuisce Guarigione. La sua vibrazione stimola il riequilibrio della polarizzazione, e spinge lo stato di coscienza verso l'annullamento del senso di separazione. 
L'Onda della Tempesta Blu è arrivata ad un punto importante, una svolta, il momento in cui ci siamo nutriti di tutte le informazioni necessarie per liberare la visione dai condizionamenti e dai costrutti di limite che ci fanno reagire come bambini capricciosi di fronte alla vita che va altrove rispetto alla direzione pianificata. 
La Mano Blu Solare, il nono Tono nel nono giorno dell'Onda, possiede un'energia di allineamento tra ciò che la Coscienza ci mostra come Visione Unitaria ed il modo in cui la personalità si mette al servizio per integrare quella Visione nella vita quotidiana. Arrivare a questo punto è una potente presa di responsabilità perché si supera la paura di rimanere nudi di fronte agli eventi. Può mancare il respiro, le gambe tremano ed il corpo duole. Ma non è forse quello che stiamo vivendo in questi giorni? Qual è il ponte per superare quel vuoto, quale obiettivo avere davanti che dia un sollievo lungo il cammino impervio? Seguire la Bellezza, osservare la Natura, stare dentro l'Acqua, al Mare, al Fiume, al Lago, sentirsi di nuovo Uno con gli alberi. Se continuiamo a rimanere dentro la mente cercando soluzioni vecchie a problemi nuovi, tanto per citare uno famoso (credo fosse di Einstein questa frase) non arriveremo mai da nessuna parte, anzi, la sensazione sarà quella di sprofondare dentro la disperazione e ci sentiremo vittime di un destino avverso. E' ora di accorgersi che il destino è un fiume su cui c'è una barca e la direzione verso cui la corrente si muove, la velocità che la corrente assume, sono monitorate dallo stato di coscienza di ciascuno, che risente dello stato di coscienza collettivo. Quanti più umani iniziano a comprendere di essere in grado di poter pilotare la propria barca, passando attraverso i vari ostacoli con agio, tanto più la corrente può essere calma ed il viaggio piacevole. Se invece ci sentiamo disperati e soli, la barca sarà ingovernabile ed andrà alla deriva. In ogni momento in cui ci troviamo in un disagio, in una prova difficile, proviamo a chiederci se veramente abbiamo bisogno di rimanere in quel malessere. E' veramente necessario per me vivere questa situazione? Sicuramente molti di noi risponderanno di no. Bene, creiamoci dunque una realtà diversa. Prendiamoci la responsabilità di fare una scelta, anche piccola, che ci porti passo dopo passo lontano da quel disagio. Se non riusciamo, siamo ancora emozionalmente agganciati e dovremo aprire ulteriori varchi di comprensione e compassione. La cosa importante è saperlo ed agire di conseguenza, prenderci lo spazio, respirare con amorevolezza, per quello che riusciamo a fare.
La direzione della corrente verso cui stiamo fluendo è il Grande Oltre, qualunque cosa questo significhi per noi, la Beatitudine, il Paradiso, il Nirvana, l'Unità Universale, uno stato di coscienza di assoluta Unità con il Tutto. Il nostro compito in questo momento topico della vita umana su questo pianeta è raggiungerlo ora qui, dentro le nostre vite, nonostante tutto. Perché il momento è adesso. Non esiste un altro tempo se non l'adesso.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

LA CONVERGENZA ARMONICA - IL PAN ITALIA CELEBRA JOSE' ARGUELLES/VALUM VOTAN



Il Pan Italia è il gruppo italiano guidato da Antonio Giacchetti, traduttore di Arguelles,  che si occupa della diffusione della Cultura del Sincronario Galattico. In occasione dell'anniversario della Convergenza Armonica ieri mi è arrivato questo testo via mail che mi sembra utile da condividere per approfondire l'argomento. Il sito di riferimento del Pan Italia è 13lune.it




Oggi e domani, 16 e 17 agosto 2017, ricorre il 30° anniversario della Convergenza Armonica, la prima meditazioine globale dell'era moderna.
30 anni fa usciva neglin USA The Mayan Factor, il libro che fece conoscere al mondo il genio del Prof. José Argüelles, i Maya Galattici e la data della Fine del Ciclo, che nel successivo quarto di secolo avrebbe catalizzato l'attenzione dell'intero pianeta.
Nell'ultima pagina della versione originale di The Mayan Factor il prof. Argüelles convocava la Convergenza Armonica, invitando tutti coloro che sentissero il richiamo a recarsi nei luoghi sacri o di potere del pianeta, per dare vita a quella che sarebbe diventata la prima meditazione globale dell'era moderna.
Oltre che un Maya Galattico risvegliato, Valum Votan era un alto iniziato della tradizione Buddhista, avendo ricevuto gli insegnamenti diretti di Chogyam Trungpa Rinpoche, il primo Lama Tibetano che dette insegnamenti e iniziazioni buddhiste – anche i più elevati – fuori dal Tibet.
Questo gli permise di vedere – fu l'unico essere umano in grado di vedere – la formidabile convergenza di due ricchissime tradizioni profetiche, quella Mesoamericana e quella buddhista tibetana, in un punto preciso del tempo, 16 e 17 agosto 1987.
La profezia collegata all'insegnamento del Kalachakra, nella tradizione tibetana, si articolava in 16 periodi di 60 anni ciascuno. La profezia di Quetzalcoatl, della tradizione mesoamericana, è detta anche "dei 13 Cieli e 9 Inferni" in quanto consiste in 22 periodi, di 52 anni ciascuno, dei quali i primi 13 sarebbero stati 'celesti', ricchi di pace, arte, scienza, spiritualità, amore – mentre gli ultimi 9 sarebbero stati 'infernali', caratterizzati da guerre, ignoranza, densità, materialismo, odio.
Nonostante i due cicli abbiano avuto origine in punti diversi dello spazio (Tibet e Mesoamerica) e del tempo, le due tradizioni profetiche giungevano al termine nello stesso punto del tempo, 16 e 17 agosto 1987.
Nonostante la convocazione fosse stata fatta solo 4 lune prima, nell'ultima pagina di un libro di un autore sconosciuto, nonostante l'unico mezzo di comunicazione di massa 30 anni fa fosse il passaparola, e nonostante nessuno allora sapesse niente dei Maya, della Fine del Ciclo, delle meditazioni globali, la Convergenza Armonica fu celebrata in luoghi sacri o di potere di tutti i continenti da migliaia di persone, e si manifestò una serie impressionante di sincronicità.
Oggi le meditazioni globali sono all'ordine del giorno: apri la mail, leggi, e poche ore dopo milioni di persone meditiano in sincronia. Ma 30 anni fa non c'erano cellulari, internet, il fax era stato inventato solo 3 anni prima; eppure, la purezza del proposito di Valum Votan e la perfetta individuazione del punto nel tempo feceero sì che quel giorno, per la prima volta nell'era moderna, una massa critica della mente collettiva si sia focalizzata su questo pianeta, generando un'onda di armonia, sincronicità e pura magia.
Come nel caso della Giornata della Terra, oggi celebrata in tutto il pianeta ad aprile, nessuno ricorda che a convocare per la prima volta questi eventi fu il nostro maestro, Valum Votan. Al contrario, soltanto ieri il più accanito dei suoi denigratori tornava alla carica con un suo vecchio post, quasi a voler distogliere l'attenzione dalla ricorrenza odierna.
Noi invece celebriamo il trentennale della Convergenza Armonica diffondendo un testo pubblicato esattamente due mesi fa sul blog della Regina Rossa, Confessioni dalla Tomba, scritto in occasione del 65° anniversario dell'apertura della tomba di Pacal Votan a Palenque (Messico, 15 giugno 1952). Nell'ultima parte del testo c'è anche una meravigliosa citazione di Valum Votan.
Per una più esauriente disamina dei dettagli della Convergenza Armonica, vedi: 

In Lak'ech

Coordinamento PAN Italia

mercoledì 16 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 17.08.2017 - ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO GALATTICO, KIN 86 - GIORNO 8 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU



L'Allacciatore dei Mondi Bianco risuona oggi al Tono Galattico, dentro l'ottavo giorno dell'Onda della Tempesta Blu, iniziata lo scorso 10 agosto. Il percorso della Tempesta Blu ha segnato momenti estremamente intensi a livello emozionale, perché questo Glifo possiede la vibrazione giusta per aprire varchi interiori e lasciar emergere ciò che era rimasto a lungo dimenticato. L'oblio ha una precisa funzione di difesa nel campo psicologico umano, con il risultato di creare sacche di ricordi obnubilati da cui emana una frequenza molto bassa, che noi registriamo come dolore. Ogni volta che viviamo qualcosa che entra in risonanza con quella bassa e densa frequenza, noi reagiamo come belve. Ci arrabbiamo, ci offendiamo, oppure ci sentiamo mortalmente feriti ed escludiamo categoricamente dalla nostra vita chiunque abbia osato sfidarci a rivivere quelle sensazioni. Ebbene, forse è il caso di diventare consapevoli che è la stessa frequenza densa che crea intorno a noi un campo energetico che entra in risonanza con altre basse frequenze, perpetrando il meccanismo doloroso ad oltranza.
Finché non si decide di entrare consapevolmente dentro quel campo per andare a ricercarne la radice.
Questo è quello che è successo durante i primi giorni dell'Onda della Tempesta Blu. Il suo Archetipo Galattico è il Trasformatore del Mondo, un essere che è capace di modificare lo stato di coscienza collettivo, così da cambiare le situazioni, dissolvere le tensioni, aprire il cuore ed il respiro. Altrimenti mai nulla ha la forza di poter essere modificato.
Nel giorno dell'Allacciatore dei Mondi Galattico tutto quello che è stato sviscerato e portato alla luce trova un suo posto dentro di noi. Questo è il momento dell'integrazione che porta ad un nuovo senso di integrità. Ci si sente di nuovo Uno, interi, pieni, completi. Da adesso in avanti, fino alla fine di questa Onda il prossimo 22 agosto, il Flusso di energia ci aiuterà a ricompattarci, creando senso di solidità e radicamento. La Tempesta Blu porta il caos per ripulire l'atmosfera, fa emergere il nascosto perché possa essere eliminato, poi lascia il territorio pulito, fresco, rinnovato. Anche l'aria è diventata più fresca e respirabile, non c'è più la tensione pesante del Fuoco in eccesso. Possiamo dunque lasciarci andare lungo un percorso di ricostruzione, sentendoci storditi come se fossimo usciti da un'operazione chirurgica. In effetti per molti di noi può essere stato così. Prendiamoci cura di noi stessi, ci stiamo sempre più avvicinando all'energia del Cane Bianco Cristallo, Kin 90, che è la Condivisione dell'Amore universale, il giorno in cui avverrà l'Eclissi totale di Sole. Se non maturiamo l'amore dentro, come possiamo pensare di condividerlo? 
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila 

16 .08.1987/16.08.2017 - I TRENT'ANNI DELLA CONVERGENZA ARMONICA - L'INIZIO DELLA MISSIONE DI VALUM VOTAN, COLUI CHE VENNE A CHIUDERE IL CICLO


Il 16 agosto 1987, Aquila Blu Elettrica, Kin 55, fu una data profetica rivelata a José Arguelles/Valum Votan, inizialmente Professore Universitario, poi moderno Profeta visionario del Tempo Naturale delle 13 Lune di 28 giorni.


La Convergenza Armonica fu l'inizio della sua missione esistenziale di totale dedizione e servizio nel portare le informazioni relative al Nuovo Tempo, cercare di diffondere l'uso di quello che fu definito Dreamspell (l'Incantesimo del Sogno), per creare una forma pensiero vasta e attiva rispetto all'uso del Tempo. Nella moderna società occidentale il Tempo è Denaro, si corre ovunque inseguendo il nulla, si è scollegati dalla Madre, alienati ed isolati. Il Dreamspell, attraverso l'uso del Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni fornisce un modello di Tempo armonico, di Tempo da dedicare alla creatività in senso lato, per stazionare quanto più a lungo possibile in uno stato di coscienza di auto-nutrimento, così da rendersi conto che il Tempo è Arte e la nostra vita può diventare un'opera artistica forgiata con gioia ed entusiasmo grazie ad una nuova visione di possibilità infinite.
Sono passati trent'anni da quel momento, 30 spin galattici, Valum Votan, il titolo raggiunto da Arguelles nel suo divenire Colui che è venuto a chiudere il Ciclo, ha lasciato il corpo il 23 marzo 2011 e Stephanie South, la Regina Rossa, continua la missione di diffusione della conoscenza della vera natura del Tempo. 
Siamo qui per ricordarci di essere scesi in missione volontaria - forse abbiamo perso la Strada di Casa, ma riattivare la memoria è possibile.
Allego il link sulla Convergenza Armonico dal sito 13lune.it, il sito ufficiale del PAN Italia guidato da Antonio Giacchetti, mio Maestro del Sincronario Galattico. L'articolo fu scritto da Giacchetti nel 2011 ed è interessante perché esplora tantissimi punti sull'importanza del cambio del calendario. Contiene inoltre la trascrizione dell'intervista che Arguelles rilasciò in occasione della Convergenza Armonica - Ecco il LINK
Buona lettura!
In lak'ech!
Stefania Gyan Salila

martedì 15 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 16.08.2017 - SERPENTE ROSSO RISONANTE, KIN 85, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA - GIORNO 7 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU

Opera di Pablo Amaringo

Il giorno 7 dell'Onda Incantata della Tempesta Blu è il primo Portale di Attivazione Galattica che si trova in questo ciclo di 13 giorni (fino al 23 agosto); ce n'è poi un altro nel decimo giorno dell'Onda, Tono Planetario della Manifestazione del Proposito, ma ovviamente ne scriverò a tempo debito.
Intanto focalizziamoci su questa bella energia del Serpente Rosso che risuona al Tono Risonante, che rappresenta l'apertura del Primo Chakra, la Radice che si collega alla Terra, per poter spingere la consapevolezza di sé fino al Cielo, fino al Settimo Chakra, che per l'umano è la Porta verso il Cosmo. 
Il Serpente Rosso, colore della Nascita, dell'Energia Vitale, è dunque legato all'immediatezza del mondo fisico, materico. Questo Glifo è il quinto tra le 20 Tribù del Tempo, i Kin Planetari che sono venuti qui in missione volontaria a risvegliare se stessi per diffondere quella che Arguelles e la Regina Rossa hanno definito la Universal Recollection, cioè il Ricordo di sé come frammento di un disegno estremamente più vasto. 
Oggi il Serpente Rosso risuona al settimo Tono tra i 13 Toni Galattici, chiamato Risonante. 7 è il numero mediano tra 1 e 13, e diventa dunque Punto Centrale, un varco di comunicazione e risonanza tra il corpo, che diventa come una campana di cristallo stimolata dalle vibrazioni energetiche della galassia, ed il Cosmo stesso, che viene percepito dall'umano come una sensazione di pienezza estatica, di possibile perfezione, di centratura e di immenso benessere. 
Il Serpente Rosso Risonante è portatore di un'importante informazione per la consapevolezza individuale: il corpo fisico può contenere la vastità, diventando il ricettacolo della Sincronicità, così da rendersi conto di come ogni cosa accade in una sua perfezione. Il Serpente Rosso è portatore di Vita, di Forza, di Sopravvivenza. Dalla sua prospettiva non si può che amare l'Esistenza in modo profondo perché ci rendiamo conto che, nonostante la grande fatica, abbiamo intessuto un disegno primordiale attraverso i nostri passi, gli errori, le sviste, le svolte, le scelte, le direzioni prese, i rischi accettati. Abbiamo finemente ricamato un Mandala che illustra le forme geometriche contenute nel nostro DNA, e non si può negare che ciò che abbiamo sperimentato non sia nato come nostra manifestazione. Questa è la visione di perfezione da cui veniamo risvegliati. Tutto viene visto dal punto di vista del Maestro Interiore, quale il Serpente Rosso è, quando comprendiamo che  la Sincronicità è uno strumento di creazione e di lettura della realtà. Così ci si accorge che i periodi intensi, come questo attuale, per esempio, non sono altro che un Rito di Iniziazione (l'Archetipo Galattico del Serpente Rosso è l'Iniziato) che farci accedere ad un diverso stato di coscienza.
Così il giorno centrale dell'Onda della Tempesta diventa un varco di Tempospazio Cosmico in cui sentirsi collegati con una Radice estremamente profonda della Terra. La densità ci chiama per prenderci una responsabilità, grazie alla quale potremo ancorare in Cielo una nuova possibilità di elevazione. Verso dove elevarsi, verso quale stato dell'essere, verso quale purezza di visione, quello dipende da quanto ampiamente vogliamo sgranare gli occhi per cogliere con fiducia la Meraviglia.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 15.08.2017 - SEME RITMICO GIALLO, KIN 84 - GIORNO 6 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


Questo è il giorno del Seme Giallo che risuona al Tono Ritmico, Kin 84, che letteralmente significa mettere ordine nelle nostre priorità per portare a concretezza ciò che è essenziale, ciò che ci dà gioia fare, i nostri talenti, evitando inutili dispersioni energetiche.
Sono passati 20 giorni dall'inizio del nuovo Anno delle 13 Lune di 28 giorni, Seme Giallo Cristallo, Kin 64, lo scorso 26 luglio. La natura del Seme Giallo racconta di cicli di morte e rinascita trasformativi, nel momento in cui si perde una parte di sé per far emergere l'Oro interiore della Saggezza. Ogni volta che il Seme Giallo ritorna, in uno spazio di cicli di 20 giorni, torniamo con l'attenzione sulla necessità di dare spazio al nostro talento, affinché anche noi possiamo fiorire nella possibilità di rendere vero e concreto qualcosa a cui teniamo tanto, qualcosa che è frutto di una passione, qualcosa di cui siamo innamorati. La frequenza dell'Innamoramento è la migliore vibrazione da indossare per co-creare un'esistenza di abbondanza e di pienezza e per le prossime 12 Lune (oggi è il 21° giorno della Prima Luna che finisce tra 7 giorni) il nostro compito è quello di inventare creativamente circostanze in cui poter sperimentare questo stato di coscienza.  
Come si fa? Non ci si può certo inventare di essere innamorati, sarà sicuramente l'obiezione.
Invece sì! Lo si sceglie, cercando di vivere il più possibile dentro situazioni che sono per noi la Passione. Cosa ci fa sognare? La coltiviamo, dedichiamo a questa attività tempo, attenzione. Cosa ci ricarica? Ecco che troviamo una modalità di integrare quella situazione nella quotidianità. Coltivando qualcosa che ci dona gioia, che annulla il tempo, che porta via l'attenzione dai bisogni del corpo, noi annulliamo lo Spazio/Tempo e la loro condanna alla corsa dis-umana verso cose inafferrabili ed effimere. Troviamo, nutriamo, irrighiamo Tempospazio per noi stessi, per ascoltarci e coltivare il talento, qualunque cosa sia a qualsiasi livello, strato dell'essere ed ubicazione nel quotidiano. Ci siamo. Rimaniamo presenti per noi stessi.
Ci sono anche quelli che sono innamorati di un altro essere e qui sarà molto più facile coltivare e raggiungere uno stato di Innamoramento, alimentandolo continuamente con una frequentazione assidua, ecc. Come spesso scrivo, è bello ancorare quello stato nel Profondo, per ricordarsi che se riusciamo a sentirci così bene, così aperti, invincibili, bellissimi, protetti, coccolati, felici, è perché tutte quelle qualità sono già dentro di noi e vengono attivate dallo sguardo e dalla presenza di quello che potremmo definire "oggetto dell'amore", cioè l'eventuale partner. 
Di solito accade che, una volta andato l'oggetto dell'amore, se ne va anche lo stato di apertura e si ripiomba nella mancanza, con il conseguente stato depressivo. Eppure lo stato di innamoramento non è necessariamente collegato alla presenza dell'altro. Quella è una proiezione del Bambino Interiore che vuole essere amato. Bene, amiamolo pure, trasferendo quella beatitudine provata con il partner all'interno del nostro pancino, perché è così nutriente donarsi amore e ascolto. Rimanere in serena compagnia di se stessi, anziché rifuggirne totalmente le occasioni. Impariamo dallo stato di estasi provato a ricrearlo in tanti momenti diversi ricercando ciò che ci fa sentire esattamente così, che però non dipenda per forza da una terza persona. Qual è la nostra passione? Alleniamoci a curarla, essa può diventare il talento con cui ricreare costantemente un modus vivendi che diventa espansione ed abbraccio, come se si attivasse una fontana di luce dal centro del nostro essere fino al mondo esterno. Che ci ricambierà con altrettanto amore. Perché passione genera passione, coinvolgimento, intimità, connessione. Ecco, questo Anno delle 13 Lune, fino al prossimo 24 luglio 2018 apre questo tipo di spazio a chi vuole inoltrarcisi.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

lunedì 14 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 14.08.2017 - NOTTE BLU INTONANTE, KIN 83 - GIORNO 5 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU

Dipinto di Amanda Sage - amandasage.com


Qual è l'insegnamento di oggi, nel quinto giorno dell'Onda Incantata della Tempesta Blu? Qual è l'incantesimo da spezzare sognando un sogno ancor più grande, che ci risvegli dall'ipnosi?
Oggi si può apprendere a gestire il Vuoto in maniera creativa. 
Procedendo con ordine, ci troviamo dal 10 agosto dentro i 13 giorni della Rigenerazione (l'Onda di cui sopra). Per rigenerarsi occorre in qualche modo morire, mettendo a fuoco ciò che non è più utile per il proseguimento del nostro cammino. Morire ai vecchi sé, ai vecchi pensieri, costrutti, condizionamenti, per lasciar brillare ciò che si trova sul fondo, nell'Essenza spesso sepolta sotto le maschere. Come sempre, le maschere possono servire, sono difese funzionali; bisogna solo esserne consapevoli per non scambiarle con la verità deviata di noi stessi. Cioè, non separiamo le nostre parti in buone o cattive. Siamo sempre comunque noi, la parte sana e quella ferita.
Mentre avanziamo in questo percorso di 13 giorni, fino al 23 agosto, mettendo in luce ciò che vorremmo lasciar andare, sicuramente passiamo per il Senso di Vuoto. Tra il momento in cui lasciamo andare e quello in cui il Nuovo si rivela avanza il Silenzio. Ci deve essere per forza una pausa dedicata all'Ascolto, alla Delicatezza, al Ritiro. Questo è un punto in cui molti di noi si spaventano. Dopo che è stata lasciata la casa dell'ex marito o della ex moglie, per esempio, non sarà sempre veloce la ripresa. Ci deve essere il periodo del lutto, in cui tutto è buio ed è assenza. Non è una punizione. E' una pausa di sospensione in cui lasciamo emergere ciò che sarà poi la nostra nuova realtà. Così come un embrione si sviluppa in un ambiente chiuso e buio, il ventre materno, così l'umano si ritrova all'interno della propria pancia quando decide di portare un cambiamento dentro l'esistenza, uno spostamento che sia per amore di se stesso. Avere il coraggio di rimanere fermi, immobili, in silenzio, è il più grande nutrimento che ci permette di fiorire. Allontaniamo pure la paura della solitudine, respiriamoci dentro, è solo il Bambino Interiore che ci invia il suo disagio. Ascoltiamolo, che non abbia più bisogno di gridare.
Ecco che interviene la Notte Blu Intonante, la Forza del Sogno che ci guida attraverso i segnali. Nel buio non si possono usare i sensi fisici, non funzionano in quel contesto. Così si attiva l'intuizione, la sincronicità, il segnale silenzioso ma costante inviato dallo Spirito per confermare la sua Presenza, per rassicurare l'umano smarrito sull'esattezza del percorso intrapreso.
Il buio è il territorio di coltura dei nuovi embrioni del Sé. Il Sogno è lo spazio creativo in cui poter dare vita alle immagini del Nuovo. Quanto più osiamo vederci all'interno di un contesto ardito rispetto a dove ci troviamo ora, maggiore sarà lo spazio che riusciremo a varcare per arrivarci, nutrendo le immagini con amore, dedizione, gioia ed entusiasmo. 
La Notte Blu Intonante è la forza nascosta ed improvvisa che nasce dall'osare e dall'usare l'immaginazione con la Fiducia che dentro di noi la Guida è presente e ci sta portando dove si trova il nostro nuovo posto. La Notte Blu è il contatto con tutto quello che ci nutre da sempre dal Profondo, rimasto finora di difficile accesso perché nascosto sotto il chiacchiericcio della mente. La Tempesta Blu sta dissolvendo gli antichi costrutti, gli antichi patti. Il Nuovo avanza e noi con esso.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

sabato 12 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 13.08.2017 - VENTO BIANCO AUTO-ESISTENTE, KIN 82 - GIORNO 4 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU

Vision Art by Pablo Amaringo

Dopo il Drago Rosso Elettrico arriva il Vento Bianco Auto-Esistente, Kin 82, il cui significato letterale è: do forma al mondo attraverso i miei pensieri e le parole che uso che articolarli.
Il Drago Rosso Elettrico ieri ci ha portato a riflettere su ciò che è Essenza - viaggiando dentro l'Onda Incantata di 13 giorni della Tempesta Blu, fino al 23 agosto, non possiamo permetterci di fare mosse avventate. E' bene cadenzare i passi, acuire la vista e focalizzarsi sull'obiettivo che ci siamo prefissati. Stiamo addentrandoci dentro il tessuto che compone la nostra vita. Quali sono gli strati che vogliamo mantenere e quali sono quelli da tagliare via, ricomporre, rimodellare?
Una volta eseguita questa operazione, si apre davanti a noi il panorama delle Credenze e dei Condizionamenti, quelli che ci tengono prigionieri dentro rigidi costrutti respirati dall'ambiente in cui siamo nati. Non solo la famiglia, ma anche la scuola, la cultura, l'ambiente sociale. Non guardiamoci però dal punto di vista delle vittime: ogni sfumatura è stata accuratamente scelta come ingrediente imprescindibile che andasse a formare la ricetta finale che siamo noi, luce, ombre e idiosincrasie comprese.
Dunque le Credenze ed i Condizionamenti: la vita è dura; il tempo è denaro; il denaro costa fatica; senza duro lavoro non arrivi mai a nulla; mai una gioia; non ce la farò mai; non realizzerò mai i miei sogni, ecc.
Sono frasi inconsce che ci sussurriamo all'orecchio e che giorno dopo giorno guidano i nostri passi verso l'infelicità. La mente parla in continuazione e non smette mai, spesso nutrendoci con condizionamenti strutturali di tristezza e sconfitta. E' arrivato il tempo di ascoltare e di ACCORGERSI di quali siano queste frasi invalidanti, perché è la loro forza ripetitiva che scava nel muro energetico della realtà dando forma alle esperienze.
Una volta che ne abbiamo individuato almeno una o due, è bene fermarsi, scriversela e vedere come quella specifica credenza si sia spalmata dentro le nostre giornate, mantenendo la frequenza del cuore molto bassa, così che i sogni non hanno mai acquisito abbastanza forza da rompere il guscio della paura.
Diventando consapevoli nel quotidiano, ci si può accorgere di aver avuto quel pensiero subito dopo che lo abbiamo formulato in automatico. Questa è la prima fase. Nella seconda ci accorgeremo di pensarlo mentre esso viene snocciolato dalla mente. Infine iniziamo a riconoscere l'atmosfera che ci porta a formularlo  e potremo consapevolmente direzionare l'attenzione altrove. Non è semplice, ma è possibile. Basterebbe arrivare a diventare consapevoli quale sia il genere di pensiero che parte in automatico. Piano piano si aprirà la via che ci mostrerà quale parte di noi è rimasta ferita da emanare quei pensieri. E' il Bambino (nessuno mi ama, non sono bravo/bello abbastanza da avere amici, ecc.)? E' il Salvatore (se do il giusto consiglio a quella persona, quella mi amerà, mi chiamerà, mi cercherà)? Oppure è la donna ferita, che proiettiamo su di noi per fedeltà alle nostre antenate sofferenti? 
Qualunque sia questa parte, la stiamo smascherando. Questo è un punto fondamentale. Occorre amorevolezza e delicatezza perché stiamo guardando negli occhi qualcosa che ci è costato dolore e sofferenza. Quella parte si era attivata in un punto del tempo per aiutarci a sopravvivere. Ora la stiamo guardando al microscopio. Riuscendo a portare avanti una simile operazione, possiamo solo provare una gioia infinita ed un'immensa gratitudine verso noi stessi. Un altro pezzo risuona alle armoniche celesti dell'umano risvegliato.
Il Vento Bianco Auto-Esistente soffia conoscenza e saggezza, la comunicazione dal Profondo ha portato una verità che scalda il cuore.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

venerdì 11 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 12.08.2017 - DRAGO ROSSO ELETTRICO, KIN 81, GIORNO 3 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU

David Nuno - pinturacosmica.com


Il Drago Rosso che risuona al Tono Elettrico sprona gli umani ad attivare il cambiamento, lasciando andare tutto ciò che non sia più che Essenziale. Cosa vuol dire? Cosa sposta nelle nostre giornate questa energia Rossa? Il Drago Rosso possiede tre qualità: Essenza, Presenza, Nascita. Esso rappresenta l'Archetipo della Grande Madre, cioè un'enorme forza di accoglimento. Bene. Abbiamo idea di quanta Presenza ci voglia dentro di noi per rimanere in un sano atteggiamento di accoglienza degli eventi? Noi che non facciamo un passo senza aver programmato tutto nei minimi dettagli, che un semplice ritardo di cinque minuti sconvolge l'intero piano delle giornate incasellate in un ricamo sottile di incroci temporali. In questa società che culturalmente vive di polizze assicurative nel tentativo di tenere sotto controllo anche il gatto che si arrampica sull'albero? Accogliere gli eventi con stato d'animo sereno? Ecco, questo non è altro che un aspetto della cultura della paura e ne siamo talmente immersi da non rendercene neanche conto. 
Vogliamo cambiare, desideriamo essere felici, avere un amore che ci nutra, una vita di abbondanza? E' necessario spostarsi dalla cultura della paura, che ci mantiene in uno stato interiore di contrattura e di tensione. Da quella prospettiva di contrattura l'energia non circola, nulla si muove, tutto rimane fermo su se stesso. La vita non riesce a trovare l'energia del cambiamento, la Forza del Rosso. Allora arrivano eventi a scuoterci, a riportare il colore dentro il grigio della contrattura. Quanto più profonda la paura, tanto più tesa è la contrattura, tanto più l'evento deve essere forte per superare la rigidità. Altrimenti nulla si muove, lo scrivo di nuovo. 
Il compito della giornata di oggi, all'interno di questa Onda della Tempesta, è quello di scuoterci perché si risvegli il ricordo del Fuoco Primordiale dentro il ventre, riattivando il quale nulla ci può spaventare. Così possiamo intraprendere o proseguire un percorso che abbia come obiettivo il coltivare la Ricerca del Sé.
Cosa vuol dire evolvere, illuminarsi, fare un percorso spirituale, se non arrivare ad una modalità di vita in cui diventiamo puri strumenti del Cielo interiore, del Sé Superiore? Bene, ci siamo arrivati. Il momento è adesso. Siamo pronti ad entrare in prima linea? O ancora vogliamo vivere con un piede nell'illusione della zona comfort (la cultura della paura, appunto) e l'altro in una sorta di vacuità altalenante nella quale affidarci a qualcuno che reputiamo più in alto di noi a cui deleghiamo la responsabilità delle nostre scelte? A quante persone deleghiamo il nostro potere interiore? Ai genitori, al capo, al partner, ai figli? Su quanti umani proiettiamo le scuse per non prenderci la nostra responsabilità (lo faccio per mia madre, mio padre, mio figlio, ecc.). Non sto parlando di venir meno ai propri impegni. Sto ponendo questa domanda: cosa ci vuole per risvegliare la Presenza in noi per prenderci la responsabilità di sapere chi abita nella nostra pancia, nel ventre, nel cuore? Così da essere sempre più incarnati dentro il nostro corpo, nelle azioni e nella vita. Questo è il Drago Rosso Elettrico. Buon viaggio a tutti dentro la domanda: Chi siamo noi?
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

giovedì 10 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 11.08.2017 - SOLE GIALLO LUNARE, KIN 80 - GIORNO 2 DELL'ONDA DELLA TEMPESTA BLU


Nel secondo giorno dell'Onda Incantata della Tempesta Blu l'energia solare/galattica prende la forma del Sole Giallo che risuona al Tono Lunare, che è il Campo di Esperienza dentro cui vivere il processo di Rigenerazione della Tempesta. Il Tono Lunare corrisponde alla vibrazione della dualità. Il primo Tono di un'Onda si chiama Magnetico, e come tale, possiede la forza di attrazione - la capacità di attrarre a noi tutti gli ingredienti giusti per entrare in un nuovo livello di apprendimento.
La Tempesta Blu Magnetica attira a sé l'esperienza della Rigenerazione - ciò che si sta verificando dentro ed intorno a noi in questo momento sono tempeste, ovunque: climatiche, con fulmini e tuoni, ma anche emozionali. Persone che si sentono sopraffatte dal proprio sentire, dalla tempesta emozionale. Questi sono tutti segni del tempo in cui ci troviamo. Lasciar andare è la parola d'ordine, rimanendo al di sopra dei marosi emotivi, agendoli con amorevolezza, così da svuotare il sacco del Vecchio e far posto al Nuovo. Non stupiamoci dunque se il nostro sentire si è intensificato, se il respiro è corto, se ci sentiamo scontenti ed insoddisfatti. Sono le tossine che stanno risalendo in superficie, pronte per essere eliminate. Un'altra fase potente di rilascio.
Il Sole Lunare rappresenta, come dicevo, il Campo di Esperienza della Dualità che si apre per permetterci di vivere il rilascio. Il Tono Lunare è il secondo Tono dell'Onda, quando l'Unità si separa  per diventare doppio, e nella divisione si nota l'insorgere dell'opposizione. Quale problematica affrontare per vivere il processo di Rigenerazione? Il Sole Giallo di per sé è Chiarezza. Così accade di accorgersi di situazioni compensatorie, cioè tante piccole pezze cucite sopra il Vuoto, le cui cuciture si stanno strappando. Veniamo chiamati al confronto e ad occupare il posto che avevamo lasciato vacuo. Chi stava occupando il nostro posto? Ma soprattutto, dove ci eravamo posizionati rispetto a dove saremmo dovuti stare per diritto di nascita? 
Il Sole Giallo Lunare arriva a portare questo tipo di Chiarezza. Dopo che alla fine dell'Onda dell'Allacciatore dei Mondi abbiamo varcato tantissime soglie dentro e fuori di noi, ora non ci rimane che dirigerci verso il Luogo Misterioso che ci attende all'interno del Giardino Segreto del Cuore, lì dove il Respiro si fa lieve ed il corpo riesce a rilassarsi. Scopriremo cammin facendo cosa ci ha tenuto lontano da lì, per cui il percorso da qui al 23 agosto sarà estremamente illuminante, ma anche molto molto delicato. Ricordo che stiamo camminando all'interno del Corridoio delle Eclissi fino al 21 agosto, un periodo di sintonizzazione con le frequenze dell'immensità e della profondità. Per operare un buon lavoro di sintonizzazione è necessario diventar consapevoli di tutto quello a cui ancora facciamo resistenza. Ammettere di aver bisogno di delicatezza. Osservare con amorevolezza. Poi piano piano, con il ritmo più consono possibile all'intervallo del nostro respiro, mettere un piede davanti all'altro per incamminarsi verso quel Flusso di Luce meravigliosa che è l'Oceano Divino contenuto in noi.
Nel Viaggio degli Oli Aura-Soma, il Kin 80 corrisponde alla bottiglia 80, Artemide, Rosso su Rosa, la capacità di far luce sull'inconscio quando desideriamo guarire il passato (il Rosa nella parte inferiore della bottiglia). Ecco la descrizione trovata su chalicewell.it: "L’energia per lasciare andare, entrare nuovamente in contatto con l’amore. L’amore diviene più incondizionato. La potenzialità di risvegliare il potere dell’amore."



La cosa interessante è che dalla bottiglia 79 (la bottiglia di riferimento del Kin 79, ieri) fino all 99, si vivono le energie del Viaggio di Ritorno dell'Umano lungo l'Albero della Vita della Cabala. Ciò significa che in qualche modo stiamo raccogliendo tutto quello che abbiamo seminato dalla fine del 2016/inizio 2017.
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

mercoledì 9 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 10.08.2017 - TEMPESTA BLU MAGNETICA, KIN 79 - INIZIA L'ONDA INCANTATA DELLA RIGENERAZIONE


Dal 10 al 22 agosto si naviga all'interno dell'Onda Incantata della Tempesta Blu, il diciannovesimo tra i 20 Glifi Solari che riportano le qualità del Tempospazio solare-galattico. 
Il termine Onda Incantata si riferisce alla creazione immaginativa consapevole di una realtà che possa risvegliare lo stato di coscienza umana dall'ipnosi in cui essa si trova. Per questo Arguelles nel 1992 coniò il termine Dreamspell, l'Incantesimo del Sogno, che oggi definisce l'insieme dei suoi insegnamenti sulla necessità di ritornare a seguire il Flusso del Tempo Naturale delle 13 Lune di 28 giorni. Nel riprendere il contatto con la Terra ed i suoi cicli, l'umano può guarire dal senso di estraniamento da se stesso, dal cuore e dal ventre e di nuovo allinearsi dentro la naturale circolarità dell'esistenza, trovando il proprio posto nel cosmo. Ecco che si ripristina l'antico ordine dell'Amore, per parafrasare Bert Hellinger, lo psicologo tedesco che ha dato vita alla terapia sistemica delle Costellazioni Familiari.
Qual è l'incantesimo da cui risvegliarsi durante l'Onda della Tempesta Blu? Intanto è possibile accorgersi di ciò che non è più funzionale al cammino evolutivo del momento: automatismi, loop di pensieri, dipendenze affettive, ecc. E' probabile che l'esperienza di vita in questi prossimi 13 giorni ci faccia inoltrare all'interno di questi meccanismi poco piacevoli per vederli da dentro. La guarigione viene sempre preceduta da una presa di coscienza rispetto a ciò che siamo. Prima di lasciar andare un pezzo limitante della personalità è necessario farne un'esperienza da svegli, per rendersi conto dei meccanismi che sottostanno a quel limite, così da lasciar andare con amore ciò che per tanto tempo ci ha protetto dal dolore. 
La Tempesta Blu Magnetica serve a creare uno spazio dove può prendere vita la commedia in cui sperimentiamo i limiti con la consapevolezza di volerli superare. La Tempesta Blu di per sé parla di Auto-Generazione, che è la capacità di porre fine al Vecchio e ricominciare da zero ogni volta che è necessario, visto che l'intera esistenza è ciclica e passa costantemente dentro processi di morte e rinascita. A volte il disagio nasce dal non volersi adattare alla vita che scorre, agli amori che finiscono, alle pagine che si voltano. 
Dentro quest'Onda, nel dodicesimo giorno, Cane Bianco Cristallo, Kin 90, ci sarà l'Eclissi Totale di Sole con il Triplo Trigono di Segni di Fuoco. Dal caldo che stiamo vivendo da questa parte della Terra, direi che ce ne siamo accorti tutti. Andando avanti nelle giornate sarà interessante esaminare i movimenti di questo Flusso dell'energia che ci accompagna dentro quell'istante.
A proposito di guarigione del vecchio, è utile considerare il parallelo dei diversi Kin con gli Oli Aura-Soma, un Sistema per Prendersi Cura di Sé attraverso il Colore. 


Il Kin 79, Tempesta Blu Magnetica, corrisponde alla Bottiglia 79, Arancio/Viola, chiamata lo Struzzo. La definizione che ho trovato online mi sembra estremamente pertinente: "Le esperienze del passato hanno fatto di te un esperto della sofferenza, anche di quella altrui. Poiché sai cosa significa soffrire, hai il coraggio di tirare fuori il viso dalla sabbia per riguardare la Vita, aiutando tante altre persone a fare lo stesso. Sai che continuare a vivere nelle memorie degli shock del passato non è saggio, anzi è una dispersione inutile di energia". l'alternativagioielli.com




I raggi dell'Arancione e del Viola sono espressi anche attraverso le note profumate dei due Pomander Orange e Violet. Il primo serve per ricompattare l'uovo aurico dopo uno shock, quando ci siamo spaventati per un accadimento drammatico improvviso. Sempre utile da portare con sé, viene definito l'Assorbitore degli Shock. Il secondo ci protegge, ci compatta e ci apre al contatto con le dimensioni del silenzio interiore, permettendoci uno stato di sano distacco dall'intensità emozionali.





In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila


martedì 8 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 09.08.2017 - SPECCHIO BIANCO COSMICO, KIN 78 - GIORNO 13 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO


Con lo Specchio Bianco Cosmico, Kin 78, si chiude l'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi Bianco. Quest'ultimo ci ha preso per mano e all'interno del suo Flusso ci ha guidato nel costruire vie di comunicazione tra passato e presente, per emanare una qualità di Respiro verso il Futuro che contenesse il senso di integrità e di ricompattamento, affinché nessuno più si possa sentire a pezzi, dimezzato, interrotto.
Lo Specchio Bianco corrisponde all'Archetipo Galattico dello Yoga/Yogini, cioè coloro che coltivano il Potere della Meditazione, mantenendo forte nei cuori la Memoria della Vastità da cui proveniamo. Yogi/Yogini sono il Maschio/Femmina dell'Androgino originario, ciò che l'Essere era prima della separazione da Sé, dalla Fonte. Chiudendo questo ciclo di 13 giorni (dallo scorso 28 luglio) giungiamo al momento di potente incontro tra gli opposti interiori ed abbiamo l'occasione di fare pace, di ri-unire i punti strappati dal trauma del distacco dalla Fonte, risentendoci di nuovo Uno, di nuovo integri. All'interno del Corridoio delle Eclissi camminiamo dentro la ricostruzione del terreno interiore, lì dove erano rimasti i Vuoti dell'Anima, ogni volta che in qualunque momento dell'Eterno Spaziotempo ci eravamo dimenticati della purezza della Fiamma Divina che respira attraverso di noi. Ogni volta che non ci siamo amati, che ci siamo allontanati dalla pura frequenza di splendore e di abbondanza, che non abbiamo dato a noi stessi ciò che è nostro per diritto di nascita. Davanti allo Specchio Cosmico si ricompone l'immagine che finora era rimasta frammentata. Ogni pezzo torna al suo posto. Può essere difficoltoso all'inizio abituarsi alla nuova visione. C'è forse una luce troppo intensa che sollecita lo sguardo. Ci viene chiesto di accettare le cose così come sono, la Vita così com'è, solo perché ce la siamo creati noi, quale frutto del grado di amore che riusciamo a provare per noi stessi. Questo è il dono che ci stiamo facendo, riuscire a vivere in assenza di sforzo. Così domani possiamo entrare nei 13 giorni della Tempesta Blu Magnetica e trarne il massimo beneficio possibile.
Il Kin 78 è collegato con la Bottiglia 78 di Aura-Soma, chiamata Rescue della Corona (7° Chakra) o Bottiglia della Transizione. E' una miscela che mi ha sempre affascinato, con il Viola ed il Magenta Profondo, nata subito dopo la dipartita di Vicky Wall da questa dimensione.


Essa ci apre la Via verso l'Oltre da noi, verso le dimensioni interiori di infinito ed assenza di confine. E' una miscela di colori che accompagna verso un Cambiamento irreversibile, che non si accontenta più di ciò che è stato, elabora i contenuti del passato e da lì comincia a costruire con l'immaginazione il futuro. Come recita la preghiera che Vicky ci ha insegnato "che la Pace arrivi a tutti gli Esseri che siamo stati, che siamo e che saremo".
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila



lunedì 7 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 08.08.2017 - TERRA ROSSA CRISTALLO, KIN 77, PORTALE DI ATTIVAZIONE GALATTICA - GIORNO 12 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO E PORTALE DEL LEONE



La Terra Rossa che risuona al Tono Cristallo è il terzo Portale di Attivazione Galattica presente all'interno dell'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi Bianco. Dentro il Modulo Armonico Tzolkin ci sono 52 Portali (nella figura qui sotto sono i quadrati verdi), 52 giorni durante i quali il le comunicazioni telepatiche ed intuitive tra Cielo e Terra sono costante perché i flussi di informazioni sono aperti, senza filtri. I 52 Portali danno forma alla struttura della Matrice Galattica, la spirale del Tempo radiale che informa la Luce nel suo densificarsi in materia. Così il corpo fisico assume il proprio volume dal pulsare dell'armonia contenuta dentro questo schema.


Oggi 08.08 siamo nel Portale del Leone, Maestro del Cuore e dell'energia radiante del Toroide, il campo elettromagnetico del Cuore, un potente flusso trasformativo, dentro cui potremmo fare fatica a rimanere a causa dell'elevatissima pulsazione delle frequenze.
Un Portale Galattico che ospita un Portale Cosmico. Questo è ciò che stiamo vivendo. Ed il Plenilunio con Eclissi sperimentato ieri è già stato una sfida. Non si può che dormire in questi giorni, lasciando che la Coscienza viaggi all'interno dell'Iper-Spazio, libera di raggiungere luoghi remoti e sconosciuti. Tutto ciò che ostacola il Silenzio viene percepito come una terribile dissonanza. C'è da chiedersi quando riusciremo a lasciare il mondo fuori dalla porta per finalmente gustare la compagnia della Voce del Divino. 
Ho la sensazione che ogni giorno di questi 15, tra il 7 ed il 21 agosto, ci porti un dono. Il primo di cui mi sto accorgendo ora, è apprezzare l'essenziale, scartando via tutto il resto che il chiacchiericcio del mentale porta costantemente alle orecchie. L'essenziale da gustarsi in uno stato di totale silenzio.
Quale altro livello di coscienza si può scegliere per stare bene dentro un doppio Portale? Pensiamo veramente di poter proseguire con la solita vita, come se niente fosse? Non sentiamo la Natura che ci chiama per ricordarci chi siamo? Non sentiamo la Terra che ci chiama chiedendoci di entrare in connessione con Lei, ritrovando il nostro posto di piccole creature che le porgono amore e rispetto? Nel giorno della Terra Cristallo, dentro un doppio Portale, all'interno del Corridoio delle Eclissi, cosa altro pensiamo di DOVER FARE ancora? Siamo nel Vuoto. Possiamo smettere qualunque attività. Galleggiamo. Il Flusso si prenderà cura di noi. Noi ci siamo arresi. 
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

domenica 6 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 07.08.2017 - GUERRIERO GIALLO SPETTRALE, KIN 76 - GIORNO 11 DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO CON PLENILUNIO IN AQUARIO ED ECLISSI LUNARE


Siamo nel tredicesimo giorno della Prima Luna, la Luna Magnetica, dell'anno del Seme Giallo Cristallo, 07 agosto 2017 per il Calendario Giuliano/Gregoriano. E' il primo appuntamento importante del mese di agosto, durante il quale si attiva il Corridoio delle Eclissi. Si tratta di un punto focale per quanto riguarda il viaggio che stiamo compiendo per allineare il nostro stato di coscienza ai Grandi Sistemi che ci contengono, e che contemporaneamente sono anche contenuti in noi. Allinearsi significa ricordarsi della nostra appartenenza ad altri mondi e dimensioni, aprire mente e cuore alla vastità infinita che ci abita, pur rimanendo radicati e presenti nel Qui e Ora terrestre.
Il 2017 è uno spazio temporale di 12 mesi, così come il tempo viene contato da questa parte del creato, pieno di punti di svolta. Ad ogni curva ci sentiamo spinti a mollare zavorre pesanti e dense, per inserire nuovi input, stimoli ed informazioni.
Oggi, con l'energia del Guerriero Giallo Spettrale, che è la forza di allontanarsi da ciò che genera la paura, attraversiamo il Ponte Arcobaleno dell'Allacciatore dei Mondi Bianco e ci portiamo dall'altra parte, lì dove splende il raggio del Coraggio, la qualità principale del Guerriero Giallo. Coraggio che nasce spontaneamente dal rispetto di ciò che siamo, per cui si può ben definirlo Amore. 
Oggi nel Plenilunio delle 18,10 UTC il Sole e la Luna si troveranno esattamente opposti tra Leone ed Aquario, costruendo una corsia preferenziale di comunicazione tra forze complementari. L'eclissi lunare alle 18,21 UTC apre allo spazio di meditazione profonda che ci porta fino al 21 agosto, dentro il Corridoio delle Eclissi, per contemplare la Luce della nostra stessa Essenza. Dal 07 al 21 agosto, giorno dopo giorno, possiamo entrare in noi e nello spazio degli occhi chiusi osservare le immagini che risalgono spontanee alla visione del Terzo Occhio. Avendo negli ultimi mesi esplorato spazi infiniti, oggi arriva l'occasione di riunire tutte le comprensioni in un unico punto molto potente, il Flusso di luce in arrivo tra le due Eclissi. Nello scorso febbraio siamo passati dentro lo stesso Corridoio - leggi QUI - ora portiamo ogni tipo di attivazione dentro cui siamo maturati a completamento dentro questo nuovo specchio, come ogni Plenilunio ci offre.
Il Guerriero Giallo Spettrale ci fornisce un punto di consapevolezza potente, grazie al quale liberiamo  il cuore dalla paura. Il Tono Spettrale di ogni Onda, il giorno 11 di ogni Onda, ha il compito di lasciar andare tutto ciò che non è più che essenziale rispetto a tutto ciò che abbiamo fatto finora per noi stessi e per il nostro cammino di espansione e manifestazione. Allo stesso modo, l'Eclissi Lunare ha il compito di eliminare i veli dell'illusione per mostrare la vera forma che il Cuore ha maturato nel coraggio di giungere a se stesso. Liberi dalla paura, liberi dalla realtà distorta dalle illusioni che avevano la funzione di proteggerci dall'intensità della verità. Riuscire ad amare se stessi significa accettare la delicatezza di una pelle trasparente rispetto al mondo, un sentire intenso e iper-risonante. Stare dentro l'intensità che ci appartiene fin dentro ogni più piccola cellula rimanendo liberi dalla paura di soffrire porta la luce interiore a risplendere delle mille sfumature dell'Arcobaleno. 
Siamo al centro del Ponte e stiamo dirigendoci verso l'Oltre. 
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso!)
Stefania Gyan Salila

sabato 5 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 06.08.2017 - AQUILA BLU PLANETARIA, KIN 75 - GIORNO 10 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO


L'Aquila Blu Planetaria trasporta le informazioni relative al decimo giorno dell'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi Bianco. Chi è l'Aquila Blu? E' il quindicesimo Glifo tra i 20, è governata da Giove, e rappresenta la Capacità di Vedere. Chi nasce nel giorno dell'Aquila Blu è un Visionario. Chi nasce Aquila Blu Planetaria ha il compito di manifestare la Visione che sta dietro la possibilità di costruire i Ponti Arcobaleno dell'Allacciatore dei Mondi, la Forza che guida il Flusso di questi 13 giorni, fino al 09 agosto.
Costruire Ponti Arcobaleno significa sentire che la dualità è solo un mezzo per giungere al senso di integrità interiore. Il due è lo specchiarsi dell'Uno in se stesso, che per amore si replica spontaneamente, nell'espansione del Cuore. Si viene così a creare il campo di esperienza, dentro cui a volte ci perdiamo, quando ci dimentichiamo della nostra Essenza, senza ricordarci che chi abbiamo di fronte è una parte di noi stessi e non uno sconosciuto. Ci illudiamo di essere soli e smarriti, alienati ed abbandonati. Invece, grazie agli incontri della vita, stiamo guardando una nostra parte negli occhi, che ci sta facendo il dono di manifestarsi per farci ricordare.
L'Aquila Blu ha questo compito, di scuoterci dalle piccole cose del quotidiano, dal correre dietro i piccoli dettagli, per guardare i grandi sistemi con cui potersi allineare per ampliare il movimento del Respiro e prendere il Volo.
Nella mappa illustrata da Arguelles qui sopra, viene mostrato il ruolo dell'Aquila Blu all'interno del nostro Cosmo. All'apice di questo Albero Galattico si trova Hunab Ku, la Fonte, l'Eterno Datore di Misura e Movimento, il punto da cui emanano le armoniche che tengono in movimento le orbite planetarie. Da quelle armoniche deriva il Modulo Tzolkin, che si espande con i suoi codici numerici attraverso la Galassia. Il Sole, Kinich Ahau, capta quei codici e li ridistribuisce alla coscienza del Pianeta attraverso i 64 Esagrammi dell'I Ching, il Libro dei Mutamenti, che corrispondono ai 64 Codoni del DNA. La Vita sulla Terra prende forma da qui. 
Alla base della struttura di questo Albero si trovano 3 cerchi, il più basso è il Cervello Rettile della sopravvivenza (Serpente Rosso), il medio è la Coscienza Mammifera dell'amore tra esseri viventi (Cane Bianco) ed il superiore è la Coscienza Planetaria, la relazione armoniosa tra la Terra ed i suoi abitanti (Aquila Blu). Si tratta di 3 lenti, focalizzando le quali possiamo percepire le informazioni provenienti dal Sole, la quarta lente (Sole Giallo). Da quella che viene così definita Coscienza Solare si può avere accesso alla Fonte. Seguendo le qualità del Tempo come Arte, nello scorrere delle 13 Lune di 28 giorni, possiamo focalizzare le 4 lenti per accedere giorno dopo giorno a queste informazioni sacre.
Il Serpente Rosso, il Cane Bianco, l'Aquila Blu ed il Sole Giallo sono la Famiglia Polare, i Custodi delle Stagioni, e rappresentanti degli stati di coscienza umani.
La Vita scorre continuamente, tutto ha un senso molto vasto e gli eventi seguono i Flussi dell'Intelligenza Cosmica. Chi siamo noi per metterci di mezzo con le nostre resistenze? 
In lak'ech? (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila

venerdì 4 agosto 2017

ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 05.08.2017 - MAGO BIANCO SOLARE, KIN 74 - GIORNO 9 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO


Siamo nel giorno del Mago Bianco Solare, Kin 74, il nono giorno dall'inizio dell'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi Bianco. Vediamo com'è fatta la struttura di un'Onda Incantata:


La sua forma è determinata dall'andamento del Tempospazio galattico, che non è lineare, come noi siamo abituati a considerare il tempo, che segue sempre la direzione davanti a sé. In questa visione il Tempospazio è RADIALE, cioè si espande da un centro e raggiunge più direzioni arrivando ad un altro Centro, come una spirale. Il Tempo Naturale delle 13 Lune scorre attraverso i cicli, in questo caso, di 13 giorni ciascuno. E' possibile individuare l'Onda Incantata dell'Allacciatore dei Mondi nel Modulo Armonico Tzolkin riportato qui sotto. E' sufficiente rintracciare il Kin 66, nella quarta colonna da sinistra, sesta riga. Scendendo fino al Kin 78, Specchio Bianco Cosmico, avremo individuato l'intero dispiegarsi di questi 13 giorni.


Perché è utile individuare questi numeri, questi cicli? Intanto perché ciascuno di noi è inscritto all'interno di uno di questi quadrati numerati, e possiamo così trovare una collocazione tra le "260 permutazioni dell'energia possibili in questa parte della Galassia". Questa posizione ci racconta che siamo un punto che fa parte di un insieme, che a sua volta non sarebbe lo stesso se un singolo pezzo mancasse. Siamo parte di un tessuto di interconnessioni. Un'Onda Incantata è un insieme di 13 giorni, un ciclo di 13 anni, un gruppo di 13 individui, un gruppo di 13 anime che condividono lo stesso compito, mantengono vivo lo stesso Sogno, danno vita allo stesso ideale. Durante la nostra esistenza incontriamo ripetutamente persone che sono nate all'interno della nostra Onda Incantata di nascita. In quel momento abbiamo davanti a noi un altro riflesso di noi stessi, incarnato, che possiamo onorare, che non ci possiamo permettere di giudicare perché ha commesso i nostri stessi errori, che le nostre stesse paure, ma anche la stessa luminosità. 
Le informazioni che si possono estrapolare dall'Onda Incantata di nascita sono collegate con il compito animico che il Sé consegna alla personalità affinché possiamo farne esperienza. Nella contemplazione del Kin che guida l'intero movimento dei 13 giorni dentro cui siamo nati, possiamo scoprire i riferimenti sull'obiettivo prefissato, la missione da mettere a punto. 
Es.: io sono Kin 123, Notte Blu Ritmica, giorno 6 dell'Onda dello Specchio Bianco, il Potere della Meditazione, la Forza che mantiene stabile sulla Terra il Riflesso dell'Infinito. Questo è il mio compito. Lo svolgo attraverso il Potere della Notte, che è Mistero e Simbolo, così decodificando i segni, porto la Visione dell'Infinito nel quotidiano.
Questa è una lettura di sé ampia, oltre i confini delle identificazioni della mente, che ci fa stare comodi dentro le urgenze profonde, che ci permette di assecondare predisposizioni e passioni che non avrebbero spazio nella moderna società della produzione. Per trasformare noi stessi, per cambiare il mondo, è necessario guardare se stessi da una prospettiva diversa. Lo Tzolkin ce la fornisce.

Tornando al Flusso dell'Onda dell'Allacciatore dei Mondi, la sesta dall'inizio dell'attuale ciclo dello Tzolkin, oggi ci troviamo nella Seconda Torre, il secondo punto in cui il ciclo radiale cambia direzione, guardando l'illustrazione sopra. Il Mago Bianco è collegato con Maldek, l'Allacciatore dei Mondi con Marte. La pulizia e trasformazione delle memorie continua - leggi i post dei giorni scorsi.
Il Mago Bianco che risuona al Tono Solare è la Mente Creativa che si focalizza sull'immaginare un piano di esistenza al di fuori del Tempo come Denaro, quindi al di fuori del conflitto, dello smarrimento dato dal sentirsi sradicati dalla Madre, dal Cuore, dalla Fonte dell'Amore. E' tempo di co-creare un ciclo in cui il Tempo diventi Arte.
La velocità raggiunta dall'energia ora permette anche una guarigione veloce. Ci si stanno attivando strumenti innati di trasformazione. La Mente Creativa radicata nel Cuore è uno di questi. 
In lak'ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila



ORACOLO DEL SINCRONARIO GALATTICO DELLE 13 LUNE - 04.08.2017 - VIANDANTE DEI CIELI ROSSO GALATTICO, KIN 73 - GIORNO 8 DELL'ONDA DELL'ALLACCIATORE DEI MONDI BIANCO

Disegno di José Arguelles

Il Viandante dei Cieli Rosso è il Tredicesimo tra i 20 Glifi Solari che raccolgono l'energia galattica e la modellano all'interno dei 260 giorni del Sacro Computo del Tempospazio, il Modulo Armonico chiamato Tzolkin. Ognuno di questi 260 giorni è portatore di precise informazioni, uno scrigno ricco di strumenti attraverso cui fare comprensione, illuminare mente e cuore e rimanere presenti a se stessi. I 260 giorni dello Tzolkin si sviluppano all'interno delle 13 Lune di 28 giorni, come due correnti d'acqua, una più piccola e l'altra più grande, che fluiscono insieme verso il Mare galattico. Lasciandoci andare al flusso, veniamo trasportati con amorevolezza verso la Sorgente, l'Oceano Cosmico.
I Maya classici facevano uso di qualcosa come 17 calendari, che erano strumenti di sincronizzazione della coscienza collettiva alle orbite planetarie. Non si misurava il tempo così come viene inteso nella nostra cultura con l'uso di un calendario. Si osservavano i movimenti orbitali per creare una connessione molto più vasta con il sistema solare e anche oltre. La prospettiva del sé a confronto con questi grandi sistemi cambia drasticamente. 
Il Viandante dei Cieli Rosso è l'Analogo dell'Allacciatore dei Mondi Bianco, cioè questi due Archetipi sono di reciproco supporto e nutrimento. Nel post di ieri ho descritto il dono che stiamo acquisendo durante questi 13 giorni dell'Onda dell'Allacciatore dei Mondi (28.07/09.08) - qui il Link - la possibilità di superare la paura della Morte. Oggi incontriamo l'energia che va a rinforzare questa apertura.
Quando si dice che due Glifi siano Analoghi significa che essi hanno in comune la stessa orbita planetaria, cioè derivano dallo stesso pianeta del nostro sistema solare. Così è per l'Allacciatore dei Mondi Bianco ed il Viandante dei Cieli Rosso. Entrambi derivano da Marte, ed uno rappresenta la forza di superare il senso di distruzione e l'altro la capacità di non subire i limiti del Tempospazio, viaggiando tra le dimensioni. 

Questa la lista dei Glifi Analoghi: 10 orbite planetarie, 20 Glifi distribuiti tra esse. Tutte le coppie riportate qui sotto sono composte da Glifi che reciprocamente si supportano e si aiutano. 
Sole Giallo/Tempesta Blu - orbita di Plutone
Drago Rosso/Specchio Bianco - orbita di Nettuno
Vento Bianco/Terra Rossa - orbita di Urano
Notte Blu/Guerriero Giallo - orbita di Saturno
Seme Giallo/Aquila Blu - orbita di Giove


Serpente Rosso/Mago Bianco - orbita di Maldek
Allacciatore dei Mondi Bianco/Viandante dei Cieli Rosso - orbita di Marte
Mano Blu/Umano Giallo - orbita della Terra
Stella Gialla/Scimmia Blu - orbita di Venere
Luna Rossa/Cane Bianco - orbita di Mercurio

Se volete confrontare la vostra identità con quella dei vostri cari per scoprire se sono vostri Analoghi, andate su mytzolkin.com

Ciò che possiamo imparare durante un giorno governato dal Viandante dei Cieli Rosso è superare la Paura dell'Ignoto - era stato l'argomento della scorsa Onda Incantata, dal 15 al 27 luglio, che è stato  il Tempospazio governato da questo particolarissimo Glifo. Navigare lì dentro ci ha portato adesso ad affrontare l'insegnamento dell'Allacciare, perché cosa c'è per un umano più ignoto del salto nel vuoto che è la morte?
Ma soprattutto il Viandante ci dona anche la capacità di viaggiare attraverso il Tempo. Esiste un archivio delle memorie umane, l'Akash dei Veda, chiamato Banco Psi-Crono, che descrive l'energia di quel determinato giorno, la natura degli eventi accaduti in quel giorno, l'energia delle persone nato in quel dato spazio temporale. Ogni giorno della Luna è governato da una energia fissa, sempre quella per quel giorno della Luna, che descrive dagli inizi dei tempi la natura di tutto quello che è accaduto in quel giorno. Contemplando l'energia di quel giorno, il suo Kin di riferimento, possiamo aprire la scatola della memoria ed entrare in connessione con quello che è accaduto, che sta accadendo e che accadrà. Ciò diventa molto interessante quando viene applicato al Kin del Banco Psi-Crono che governa il nostro giorno di nascita. Ci sono tante informazioni interessanti per noi, che vanno ad aggiungersi a quelle del Kin di nascita.
La vera natura del Viandante dei Cieli esprime questo senso di liberazione dai vincoli del Tempo così come viene inteso normalmente, un senso inscatolato di attimi che sembriamo rincorrere per non perderli. Viaggiare attraverso il Tempo con la contemplazione della Mente apre allo spazio infinito ed apparente ignoto, rendendoci liberi qui sulla Terra di portarci ovunque, dentro i vecchi sé, dentro i sé futuri.

Sulla sn il Banco PsiCrono ed il suo collegamento con il nostro pianeta



Il Banco PsiCrono ed il Cervello Umano


L'intero elenco del Banco Psi-Crono con i Kin di riferimento per ogni giorno della Luna è disponibile all'interno del Sincronario Galattico delle 13 Lune stampato e distribuito da wipedizioni.it